Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

INFORMATIVA ESTESA COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIES DI LAPACO

Il presente sito Web, di proprietà di Need s.r.l, titolare del trattamento ai sensi e per gli effetti del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (“Codice Privacy”), utilizza i cookies e tecnologie analoghe.
La presente informativa fornisce indicazioni su come sono utilizzati i cookies e su come possono essere controllati dall’utente.

L’utilizzo di questo sito Web (e di ogni altro sito gestito da noi) comporta l’accettazione, da parte dell’utente, del ricorso ai cookies (e tecnologie analoghe) conformemente alla presente informativa.
In particolare, si accetta l’uso dei cookies di analisi, pubblicità, marketing e profilazione, funzionalità per gli scopi di seguito descritti.

Se l’utente accetta i cookies di profilazione, come più oltre identificati, questi saranno aggiunti al proprio profilo già esistente nelle nostre banche dati, qualora l’utente abbia prestato il consenso ad attività di marketing e profilazione in occasione della sua adesione a una o più delle iniziative condotte dal nostro sito (es.: in fase di registrazione, e-commerce, per partecipare a concorsi a premi).

Qualora l’utente non intenda accettare l’uso dei cookies per finalità di analisi, pubblicità, profilazione, ha la possibilità di modificare l’impostazione del proprio browser secondo le modalità descritte nella sezione “Come controllare ed eliminare i cookies”.

Cosa sono i cookies
I cookies sono informazioni salvate sul disco fisso del terminale dell’utente e che sono inviate dal browser dell’utente a un Web server e che si riferiscono all’utilizzo della rete. Di conseguenza, permettono di conoscere i servizi, i siti frequentati e le opzioni che, navigando in rete, sono state manifestate. In altri termini, i cookies sono piccoli file, contenenti lettere e numeri, che vengono scaricati sul computer o dispositivo mobile dell’utente quando si visita un sito Web. I cookies vengono poi re-inviati al sito originario a ogni visita successiva, o a un altro sito Web che riconosce questi cookies. I cookies sono utili poiché consentono a un sito Web di riconoscere il dispositivo dell’utente.

Queste informazioni non sono, quindi, fornite spontaneamente e direttamente, ma lasciano traccia della navigazione in rete da parte dell'utente.

I cookies svolgono diverse funzioni e consentono di navigare tra le pagine in modo efficiente, ricordando le preferenze dell’utente e, più in generale, migliorando la sua esperienza. Possono anche contribuire a garantire che le pubblicità mostrate durante la navigazione siano di suo interesse e che le attività di marketing realizzate siano conformi alle sue preferenze, evitando iniziative promozionali sgradite o non in linea con le esigenze dell’utente.

Durante la navigazione su di un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookies che sono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (es.: immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando. Possono esserci, quindi, sotto questo profilo:

  1. Cookies diretti, inviati direttamente da questo sito al dispositivo dell’utente
  2. Cookies di terze parti, provenienti da una terza parte ma inviati per nostro conto. Il presente sito usa i cookies di terze parti per agevolare l’analisi del nostro sito Web e del loro utilizzo, e per consentire pubblicità mirate (come descritto di seguito).

Inoltre, in funzione della finalità di utilizzazione dei cookies, questi si possono distinguere in:

  1. Cookies tecnici: sono utilizzati per permettere la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica o per erogare un servizio espressamente richiesto dall’utente. Non sono utilizzati per altre finalità. Nella categoria dei cookies tecnici, la cui utilizzazione non richiede il consenso dell’utente, si distinguono:
    1. Cookies di navigazione o di sessione: garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito Web (es.: per autenticarsi ed accedere alle aree riservate). L’uso questi cookies (che non sono memorizzati in modo persistente sul dispositivo dell’utente e sono automaticamente eliminati con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione d’identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito.
    2. Cookies analytics: sono utilizzati soltanto per raccogliere informazioni in forma aggregata, sul numero di utenti che visitano il sito e come lo visitano.
    3. Cookies di funzionalità: permettono all’utente dii navigare in base a una serie di criteri selezionati (es.: lingua, prodotti o servizi acquistati) per migliorare il servizio reso all’utente.
  2. Cookies di profilazione: sono volti a creare profili relativi all’utente e utilizzati per inviare messaggi promozionali mirati in funzione delle preferenze manifestate dall'utente durante la sua navigazione in rete. Questi cookies sono utilizzabili per tali scopi soltanto con il consenso dell’utente.

Come sono utilizzati i cookies da questo sito
La tabella seguente riassume il modo in cui questo sito e le terzi parti utilizzano i cookies. Questi usi comprendono il ricorso ai cookies per:

  1. conoscere il numero totale di visitatori in modo continuativo oltre ai tipi di browser (ad es. Firefox, Safari o Internet Explorer) e sistemi operativi (ad es. Windows o Macintosh) utilizzati;
  2. monitorare le prestazioni del sito, incluso il modo in cui i visitatori lo utilizzano, nonché per migliorarne le funzionalità;
  3. personalizzare e migliorare l’esperienza utente on-line; e
  4. consentire la profilazione dell’utente, per scopi promozionali mirati e personalizzati in funzione delle preferenze ed interessi manifestati in rete dall’utente, da nostra parte e di terze parti, sia su questo sito che al di fuori dello stesso.

Quali categorie di cookies utilizziamo e come possono essere gestiti dall’utente
I tipi di cookie utilizzati possono essere classificati in una delle categorie, di seguito riportate nella tabella seguente, che permette all’utente di prestare il proprio consenso o modificarlo (se precedentemente già espresso) per accettare i vari tipi di cookies:

Tipo di cookie Finalità del cookie Origine e come bloccarlo
Cookies essenziali del sito web (di sessione e di navigazione) Questi cookies sono essenziali per una corretta navigazione e per fruire delle funzioni del sito. Questi cookies non raccolgono informazioni personali utilizzabili a scopo di marketing, né memorizzano i siti visitati. L’uso di questi cookies (che non sono memorizzati in modo persistente sul dispositivo dell’utente e sono automaticamente eliminati con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione d’identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Questa categoria di cookies non può essere disattivata. (cookies diretti)
Cookies di funzionalità Questi cookies ci consentono di ricordare le scelte effettuate (come il nome utente, la lingua o la posizione geografica) e forniscono funzioni migliorate e personalizzate. Le informazioni raccolte da tali cookies possono essere rese anonime e non tengono traccia dell’attività di navigazione su altri siti web. Questa categoria di cookies non può essere disattivata. (cookies diretti)
Cookies di funzionalità e pubblicitari Questi cookies sono impiegati per fornire dei contenuti sul nostro sito web mediante YouTube. I dati raccolti da Google possono essere utilizzati per scopi ulteriori, ivi compresi quelli pubblicitari.

Google YouTube,privacy policy cookie

Cookies analytics Questi cookies, anche i cache cookies, sono impostati da Google Analytics e sono impiegati al fine di raccogliere informazioni sul modo in cui i visitatori utilizzano il sito, ivi compreso il numero di visitatori, i siti di provenienza e le pagine visitate sul nostro sito web. Utilizziamo queste informazioni per compilare rapporti e per migliorare il nostro sito web; questo ci consente, ad esempio, di conoscere eventuali errori rilevati dagli utenti e di assicurare loro una navigazione immediata, per trovare facilmente quello che cercano. In generale, questi cookie restano sul computer del visitatore fino a quando non vengono eliminati.

Google Analytics privacy policy cookie 
Per tenere sotto controllo la raccolta di dati ai fini di analisi effettuata da Google Analytics, visita la pagina delComponente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics.

Tecnologie analoghe ai cookies
Come nel caso di molti siti web, utilizziamo tecnologie analoghe ai cookies, compresi gli oggetti condivisi locali (anche noti come “flash cookie”), l’analisi della cronologia del browser, le impronte digitali dei browser e i pixel tag (anche noti come “web beacon”). Queste tecnologie forniscono a noi e ai nostri fornitori informazioni su come il sito e il suo contenuto sono utilizzati dai visitatori, e ci consentono di identificare se il computer o il dispositivo ha visitato i nostri o altri siti in passato.

I nostri server raccolgono automaticamente l’indirizzo IP dell’utente; in questo modo, possiamo associare tale indirizzo al nome del dominio utente o a quello del suo Internet Provider. Potremmo anche raccogliere alcuni “dati clickstream” relativi all’utilizzo del sito. I dati clickstream includono, ad esempio, informazioni relative al computer o dispositivo utente, al browser e al sistema operativo e relative impostazioni, alla pagina di provenienza, alle pagine e ai contenuti visualizzati o cliccati durante la visita oltre ai tempi e alle modalità di tali operazioni, agli elementi scaricati, al sito visitato successivamente al nostro, e a qualsiasi termine di ricerca inserito sul nostro sito o su un sito di reindirizzamento.

Come controllare o eliminare i cookies
L’utente ha il diritto di scegliere se accettare o meno i cookies. Nel seguito alcune informazioni su come esercitare tale diritto. Tuttavia, si ricorda che scegliendo di rifiutare i cookies, l’utente potrebbe non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito e, se ha prestato consenso alla profilazione in altre occasioni, le comunicazioni che riceverà potrebbero essere poco pertinenti ai suoi interessi. Si evidenzia, inoltre, che se si sceglie di gestire le preferenze dei cookies, il nostro strumento di gestione dei cookies imposterà comunque un cookie tecnico sul dispositivo per consentirci di dare esecuzione alle preferenze dell’utente. L’eliminazione o la rimozione dei cookies dal dispositivo utente comporta anche la rimozione del cookie relativo alle preferenze; tali scelte dovranno, pertanto, essere nuovamente effettuate.

È possibile bloccare i cookies usando i link di selezione presenti nella tabella sopra riportata. In alternativa, è possibile modificare le impostazioni del browser affinché i cookies non possano essere memorizzati sul dispositivo. A tal fine, occorre seguire le istruzioni fornite dal browser (in genere si trovano nei menu “Aiuto”, “Strumenti o “Modifica”). La disattivazione di un cookie o di una categoria di cookies non li elimina dal browser. Pertanto, tale operazione dovrà essere effettuata direttamente nel browser.

Per ulteriori informazioni sui cookies, anche su come visualizzare quelli che sono stati impostati sul dispositivo, su come gestirli ed eliminarli, visitare www.allaboutcookies.org.

Cookies impostati precedentemente

Se l’utente ha disabilitato uno o più cookies, saremo comunque in grado di utilizzare le informazioni raccolte prima di tale disabilitazione effettuata mediante le preferenze. Tuttavia, a partire da tale momento, cesseremo di utilizzare i cookies disabilitati per raccogliere ulteriori informazioni.

Yemen

Confini e territorio. Confina a Nord con l’Arabia Saudita, e a Est con l’Oman; si affaccia a Sud al Golfo di Aden( Oceano Indiano) e a Ovest al Mar Rosso. Forma di Governo. Repubblica. Superficie 527 968 kmq. Popolazione 23 580 200 ab( stima 2009). Capitale San’a 2 068 014 ab( 2008).

 
Origini crisi.
La Repubblica dello Yemen si costituì nel 1990 dall’unificazione dello Yemen del Nord e dello Yemen del Sud. Tuttavia, l’unità del paese fu caratterizzata da decine di conflitti tra le due regioni. Scarso fu lo sforzo per integrare le due società che conobbero uno sviluppo assai diverso: lo Yemen del Nord legato alla tradizione islamica, lo Yemen del Sud, ex protettorato britannico, ancorato ad una teoria politica di matrice socialista.
Presidente dello Yemen divenne Abdullah Saleh, già presidente dello Yemen del Nord dal 1978, e nella mansione di primo ministro fu affiancato da Bakr- al Attas, presidente dello Yemen del Sud.[1]
Nel 1994, il 21 Maggio, il primo ministro al Attas  diede spazio alle numerose spinte centrifughe e proclamò l’indipendenza dello Yemen del Sud. Nel giro di due mesi le truppe del Nord occuparono Aden, la capitale del Sud, riunificando così la Repubblica dello Yemen.
Sempre nel ’94, il 28 Settembre, fu approvata una nuova Costituzione che riconobbe la legge coranica( la sharia) come fonte principale della legislazione. Dagli Anni Novanta si intensificarono i conflitti di frontiera con l’Arabia Saudita in merito ai confini settentrionali dello Yemen del Sud, soprattutto dopo la scoperta di giacimenti petroliferi nella regione.[2]
Saleh fu rieletto presidente nel 1999 e nel 2006. Nell’Ottobre 2000 un gruppo di terroristi kamikaze si lanciò con un’imbarcazione carica di esplosivi contro una nave militare statunitense, nel porto di Aden( persero la vita 17 militari americani). Questo avvenimento e l’attività della guerriglia vicina ad al-Qaida e le tradizionali dispute tra le tribù e il governo di San’à determinarono una instabilità che Saleh riuscì a gestire con difficoltà.[3]
 
Situazione attuale.
Dalla fine di Gennaio 2011 nello Yemen è in atto un movimento di contestazione popolare. Gli scontri tra la Guardia repubblicana e i manifestanti hanno fatto salire a 175 le vittime dall’inizio delle proteste contro il presidente Saleh. Le forze di opposizione, con a capo lo Joint Meeting Parties, il principale movimento di opposizione, reclamano lavoro( tasso di disoccupazione al 32,1% ed elevate spese militari),democrazia, libertà, uguaglianza e le dimissioni del presidente Saleh . Il presidente yemenita, in un primo momento sembrava intenzionato a lasciare la presidenza e a trasferire il potere al popolo.[4] Il 30 Aprile scorso Abdullah Saleh ha rifiutato di firmare il piano elaborato dal Consiglio di Cooperazione del Golfo guidato dall’Arabia Saudita, che avrebbe messo fine alla crisi politica in corso nel paese. L’accordo- che in una prima fase era stato accettato dal Joint Meeting Parties- prevedeva che, in cambio dell’immunità, le dimissioni del presidente Saleh entro trenta giorni[5]. Anche gli Stati Uniti hanno chiesto all’esercito yemenita di astenersi dalle violenze e rispettare i diritti del movimento di opposizione a riunirsi in maniera pacifica[6].
 
Cronologia degli eventi.
1839. Occupazione britannica di Aden, che instaura il proprio dominio a tutti i sultanati della zona meridionale, o Yemen del Sud.
1918. Lo Yemen del Nord, già sotto sovranità ottomana, diviene indipendente. Il paese sarà governato fino al 1948 dall’imam Yahya.
1958. Lo Yemen del Nord aderisce alla Repubblica Araba Unita( con Egitto e Siria) nel 1961 ne uscirà.
 
1959. Nello Yemen del Sud nasce la Federazione degli Emirati arabi del sud.
1962. Nello Yemen del Nord colpo di stato militare di ispirazione nasseriana (da Nasser, presidente egiziano dal 1954 al 1970) e proclamazione della Repubblica araba dello Yemen.
1967. Termina la guerra civile che dal 1962 ha visto contrapporsi la Repubblica araba dello Yemen, sostenuta dall’Egitto, al principe spodestato Mohammed el-Badr, appoggiato dall’Arabia Saudita.
1990. Lo Yemen del Nord e lo Yemen del Sud si riunificano.
1994. Guerra civile tra fazioni nordista e sudista del nuovo stato e nuova riunificazione.
2000. Atto terroristico ai danni di una nave americana nel porto di Aden.
2003. Il governo di Saleh reprime i numerosi gruppi islamici radicali.
2006. Rieletto presidente Abdullah Saleh(20 Settembre).
2008. Il presidente Saleh rinsalda i rapporti con alcuni paesi dell’Unione Europea( Spagna e Belgio).
2009. Lo Yemen assume rilevanza strategica in seguito ai numerosi attacchi di pirateria somala, che attacca le navi mercantili di passaggio nel Golfo di Aden.
2011. Il 28 Gennaio nella capitale San’a decine migliaia di dimostranti sono scesi in piazza per chiedere le dimissioni del presidente Saleh e per chiedere riforme democratiche, lavoro e libertà.
Il 3 Giugno il presidente Saleh è stato ferito nel corso di un attentato al palazzo presidenziale di San'a. Il 7 Luglio il presidente è tornato a parlare alla nazione affermando di condividere il potere all'interno di quanto è previsto dalla Costituzione.La situazione resta precaria e riflette le numerose divisioni interne alla società: militari, tribali,il ruolo del guppo terroristico di Al Qaeda nella penisola arabica.Abdallah Saleh ha firmato, lo scorso 23 Novembre, a Riyad,l'accordo di transizione proposto dal Consiglio di Cooperazione del Golfo. Saleh sarà sostituito, per due anni, da Rabbo Mansour Hadi attuale vice-presidente.
2012. Il 23 Gennaio Abdallah Saleh ha lasciato la capitale Sanaa e si stabilirà negli Stati Uniti. Saleh - grazie ad un'immunità- rimarrà presidente dello Yemen fino al 21 Febbraio, data nella quale si svolgeranno le elezioni presidenziali.Abdel Rabbo Mansour al-Hadi, unico candidato alle elezioni presidenziali del 21 Febbraio, è il nuovo presidente dello Yemen. Rimarrà in carica per due anni.
2013.Giovedì 21 Febbraio, nella parte meridionale del Paese sono morte due persone negli scontri tra forze di polizia ed attivisti di unl movimento che reclama l'autonomia del Sud dello Yemen.
2015. Giovedì 27 Marzo. Aerei sauditi hanno colpito postazioni dei ribelli sciiti huthi- in conflitto con l'esercito fedele al presidente Hadi- al fine di proteggere il legittimo Governo dello Yemen e il presidente Abd Rabbo Mansour Hadi.
 
Fonti: AA.VV, Atlante De Agostini 2011, Istituto Geografico De Agostini, Novara, 2010; AA.VV, L’Internazionale, 6/12 Maggio 2011; M.Giorgio, Yemen , l’appello disperato delle opposizioni, Il Manifesto, Venerdì 13 Maggio 2011; J.Palmowski, Dizionario di Storia del’900, Il Saggiatore, 1998; F.X.Tregan, Yemen:le oui mais d’Alì Saleh,Le Nouvel Observateur, 31 Mars/6Avril 2011; A. Ponsi, Il mondo arabo, Newton Compton, 2005.
 
Per saperne di più: Farian Sabahi, Storia dello Yemen, Bruno Mondadori, 2011; Isabella Camera d’Afflitto, Lo Yemen raccontato dalle scrittrici e dagli scrittori, Orientalia, 2010; Yemen Times( quotidiano in lingua inglese), www.yementimes.com
Filmografia: Pier Paolo Pasolini, Il fiore delle Mille e una Notte, 1971; in DVD film, Feltrinelli Editore, 2008.

 


[1]J.Palmowski, Dizionario di Storia del’900,Il Saggiatore, 1998, p.748
[2]Ivi, p.749
[3]AA.VV,Atlante DeAgostini 2011,Istituto Geografico De Agostini, Novara, 2010, p.1137
[4]F.X. Tregan, « Yemen:le oui mais d’Alì Saleh »,Le Nouvel Observateur, n 2421 du 31 Mars au 6 Avril 2011, p.37
[5]AA.VV,L’Internazionale, n.896 , 6/12 Maggio 2011, p.27
[6]M.Giorgio, Yemen, l’appello disperato delle opposizioni, Il Manifesto, Venerdì 13 Maggio 2011, p.8
Altro in questa categoria: « Israele Palestina Bahrain »
Devi effettuare il login per inviare commenti

Notizie e Aggiornamenti

Contributi e Approfondimenti