ACQUA E AGRICOLTURA PER COMBATTERE L' EMERGENZA

Descrizione Progetto

Fin dal giugno 2003, l'intervento di COOPI in Sud Sudan punta a migliorare la sicurezza sanitaria e alimentare e l'accesso alle risorse idriche delle comunità pastorali. Nella regione dell'Upper Nile, nel distretto di Pibor County, COOPI sostiene una comunità di 50 mila persone della tribù Murle, più circa 900 rifugiati interni, la cui precaria economia è stata ulteriormente aggravata dall'insicurezza generata dalla guerra civile fra Nord e Sud del paese. Nonostante le difficili condizioni, nel primo semestre è stata completata la distribuzione di sementi e attrezzi agricoli, di cui hanno beneficiato 3.425 famiglie. 1.376 contadini hanno ricevuto formazione di base sulle tecniche agricole, mentre 25 paraveterinari locali hanno partecipato a corsi di aggiornamento. A giugno è inoltre partito un progetto-pilota per la formazione d'un gruppo di 30 donne sull'allevamento dei polli. Sono inoltre stati realizzati percorsi di sensibilizzazione sulle norme igienico-sanitarie di base e campagne per la prevenzione dell'AIDS, al fine di ridurre l'incidenza di malattie legate alla scarsa accessibilità a fonti di acqua pulita e assicurare condizioni igieniche adeguate. Prosegue intanto la riabilitazione dell'impianto idrico nella città di Kurmuk, nella regione del Southern Blue Nile, danneggiato durante la guerra civile; la conclusione dei lavori (iniziati ad aprile) è prevista per dicembre. Attualmente al personale espatriato di COOPI presente sul posto si è aggiunta una volontaria, incaricata di svolgere formazione sull'uso e sulla protezione delle risorse idriche.

Altro in questa categoria: « SICUREZZA ALIMENTARE
Devi effettuare il login per inviare commenti

Notizie e Aggiornamenti

Contributi e Approfondimenti