GVC:PROGETTO RICOSTRUZIONE DEI SERVIZI E SUPPORTO AL SISTEMA EDUCATIVO IN DUE VILLAGGI DELLO SRI LANKA

Descrizione Progetto

Dopo più di 20 anni di guerra civile, il paese continua a vivere momenti di tensione e di scontro. Una prospettiva futura in cui si presenti la fine delle ostilità, almeno nel breve periodo, non è ancora visibile. Le zone nord ed est, dove opera il GVC, sono quelle che hanno vissuto e continuano a vivere le situazioni di maggiore tensione, data anche la decisione del presente governo di non scendere a compromessi con il “Movimento di Liberazione Tigri del Tamil Eelam” (LTTE),che combatte per l’indipendenza delle province nord-orientali, ma di portare a termine un’azione di forza per il controllo del paese. Attualmente, alcune zone storicamente in mano all’LTTE sono passate sotto il controllo governativo grazie anche al fondamentale appoggio di un gruppo paramilitare, distaccatosi dall’LTTE, il TMVP. Questa alleanza, in realtà molto instabile, ha già portato ad ulteriori tensioni e spaccature in aree del paese ufficialmente sotto il controllo governativo ma, in realtà, controllate da questo nuovo movimento a cui viene lasciata enorme libertà di azione e che spesso agisce contro la popolazione civile.
Il paese è caratterizzato da una profonda polarizzazione: lungo la costa e nel vicino entroterra, i gruppi etnici predominanti sono tamil e musulmani che, a seguito del conflitto, vivono in villaggi diversi o in settori separati all’interno degli stessi villaggi. I singalesi, invece,vivono prevalentemente nell’entroterra e nel sud del paese.
Il maremoto del 26 dicembre 2004 ha colpito 14 dei 25 distretti del paese, ucciso 30,000 persone, distrutto 80,000 famiglie ed ha comportato lo sfollamento di circa un milione di persone di cui 553.000 lo sono tuttora. Le tensioni, sempre rimaste latenti, si sono sedate grazie allo shock e alla solidarietà interna innescatasi a seguito dello tsunami. Questa tregua spontanea, generatasi in modo così drammatico, si è purtroppo conclusa molto presto con il crollo politico dell’ottobre del 2005 e le successive elezioni svoltesi a novembre. Il conflitto è così ritornato ad essere elemento radicato nelle strutture socio politiche, culturali ed economiche dell’area.

GVC opera nella divisione di Eachchilampattu (distretto di Trincomalee), nei villaggi di Mavadichchenai e Poonagar. Il progetto si inserisce in un contesto particolarmente delicato, impoverito da venti anni di guerra civile e dalle conseguenze dello Tsunami e oggetto di durissimi scontri nel 2006 e nel 2007 tra forze governative e l’LTTE che hanno costretto alla sospensione di gran parte delle attività avviate da GVC nel 2005. Solo da aprile 2007, con la fine delle ostilità, è stato possibile avere accesso a questa zona, ora sotto totale controllo governativo. Le comunità che, scappate dalla guerra, hanno fatto ritorno nei villaggi, si trovano in una situazione di estrema povertà e stanno cercando di ricostruire faticosamente le proprie case e gli spazi comunitari. Il problema scolastico, la mancanza di strutture e materiale didattico e’ al momento una delle priorità, sia dei diversi villaggi che delle istituzioni governative che operano nel territorio. GVC, con le sue iniziative, interviene a rafforzare il sistema educativo tentando di favorire le condizioni necessarie per la ripresa delle attività didattiche e per il miglioramento dei servizi pre-scolastici. Il Gruppo di Volontariato Civile si occupa della ricostruzione e completamento di due pre-schools, dell’acquisto di materiale didattico e dell’organizzazione di attività programmate da genitori e insegnanti che consentano una piena responsabilizzazione dell’organizzazione comunitaria
BENEFICIARI
360 famiglie a Mavadichchenai e 1318 famiglie a Poonagar

FINANZIATORE/I
Provincia di Rimini Reggio Emilia Parma

PARTNER LOCALI/INTERNAZIONALI
community base organization locali

Altro in questa categoria: CISS: PROGETTO SRI LANKA »
Devi effettuare il login per inviare commenti

Notizie e Aggiornamenti

Contributi e Approfondimenti