Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

INFORMATIVA ESTESA COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIES DI LAPACO

Il presente sito Web, di proprietà di Need s.r.l, titolare del trattamento ai sensi e per gli effetti del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (“Codice Privacy”), utilizza i cookies e tecnologie analoghe.
La presente informativa fornisce indicazioni su come sono utilizzati i cookies e su come possono essere controllati dall’utente.

L’utilizzo di questo sito Web (e di ogni altro sito gestito da noi) comporta l’accettazione, da parte dell’utente, del ricorso ai cookies (e tecnologie analoghe) conformemente alla presente informativa.
In particolare, si accetta l’uso dei cookies di analisi, pubblicità, marketing e profilazione, funzionalità per gli scopi di seguito descritti.

Se l’utente accetta i cookies di profilazione, come più oltre identificati, questi saranno aggiunti al proprio profilo già esistente nelle nostre banche dati, qualora l’utente abbia prestato il consenso ad attività di marketing e profilazione in occasione della sua adesione a una o più delle iniziative condotte dal nostro sito (es.: in fase di registrazione, e-commerce, per partecipare a concorsi a premi).

Qualora l’utente non intenda accettare l’uso dei cookies per finalità di analisi, pubblicità, profilazione, ha la possibilità di modificare l’impostazione del proprio browser secondo le modalità descritte nella sezione “Come controllare ed eliminare i cookies”.

Cosa sono i cookies
I cookies sono informazioni salvate sul disco fisso del terminale dell’utente e che sono inviate dal browser dell’utente a un Web server e che si riferiscono all’utilizzo della rete. Di conseguenza, permettono di conoscere i servizi, i siti frequentati e le opzioni che, navigando in rete, sono state manifestate. In altri termini, i cookies sono piccoli file, contenenti lettere e numeri, che vengono scaricati sul computer o dispositivo mobile dell’utente quando si visita un sito Web. I cookies vengono poi re-inviati al sito originario a ogni visita successiva, o a un altro sito Web che riconosce questi cookies. I cookies sono utili poiché consentono a un sito Web di riconoscere il dispositivo dell’utente.

Queste informazioni non sono, quindi, fornite spontaneamente e direttamente, ma lasciano traccia della navigazione in rete da parte dell'utente.

I cookies svolgono diverse funzioni e consentono di navigare tra le pagine in modo efficiente, ricordando le preferenze dell’utente e, più in generale, migliorando la sua esperienza. Possono anche contribuire a garantire che le pubblicità mostrate durante la navigazione siano di suo interesse e che le attività di marketing realizzate siano conformi alle sue preferenze, evitando iniziative promozionali sgradite o non in linea con le esigenze dell’utente.

Durante la navigazione su di un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookies che sono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (es.: immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando. Possono esserci, quindi, sotto questo profilo:

  1. Cookies diretti, inviati direttamente da questo sito al dispositivo dell’utente
  2. Cookies di terze parti, provenienti da una terza parte ma inviati per nostro conto. Il presente sito usa i cookies di terze parti per agevolare l’analisi del nostro sito Web e del loro utilizzo, e per consentire pubblicità mirate (come descritto di seguito).

Inoltre, in funzione della finalità di utilizzazione dei cookies, questi si possono distinguere in:

  1. Cookies tecnici: sono utilizzati per permettere la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica o per erogare un servizio espressamente richiesto dall’utente. Non sono utilizzati per altre finalità. Nella categoria dei cookies tecnici, la cui utilizzazione non richiede il consenso dell’utente, si distinguono:
    1. Cookies di navigazione o di sessione: garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito Web (es.: per autenticarsi ed accedere alle aree riservate). L’uso questi cookies (che non sono memorizzati in modo persistente sul dispositivo dell’utente e sono automaticamente eliminati con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione d’identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito.
    2. Cookies analytics: sono utilizzati soltanto per raccogliere informazioni in forma aggregata, sul numero di utenti che visitano il sito e come lo visitano.
    3. Cookies di funzionalità: permettono all’utente dii navigare in base a una serie di criteri selezionati (es.: lingua, prodotti o servizi acquistati) per migliorare il servizio reso all’utente.
  2. Cookies di profilazione: sono volti a creare profili relativi all’utente e utilizzati per inviare messaggi promozionali mirati in funzione delle preferenze manifestate dall'utente durante la sua navigazione in rete. Questi cookies sono utilizzabili per tali scopi soltanto con il consenso dell’utente.

Come sono utilizzati i cookies da questo sito
La tabella seguente riassume il modo in cui questo sito e le terzi parti utilizzano i cookies. Questi usi comprendono il ricorso ai cookies per:

  1. conoscere il numero totale di visitatori in modo continuativo oltre ai tipi di browser (ad es. Firefox, Safari o Internet Explorer) e sistemi operativi (ad es. Windows o Macintosh) utilizzati;
  2. monitorare le prestazioni del sito, incluso il modo in cui i visitatori lo utilizzano, nonché per migliorarne le funzionalità;
  3. personalizzare e migliorare l’esperienza utente on-line; e
  4. consentire la profilazione dell’utente, per scopi promozionali mirati e personalizzati in funzione delle preferenze ed interessi manifestati in rete dall’utente, da nostra parte e di terze parti, sia su questo sito che al di fuori dello stesso.

Quali categorie di cookies utilizziamo e come possono essere gestiti dall’utente
I tipi di cookie utilizzati possono essere classificati in una delle categorie, di seguito riportate nella tabella seguente, che permette all’utente di prestare il proprio consenso o modificarlo (se precedentemente già espresso) per accettare i vari tipi di cookies:

Tipo di cookie Finalità del cookie Origine e come bloccarlo
Cookies essenziali del sito web (di sessione e di navigazione) Questi cookies sono essenziali per una corretta navigazione e per fruire delle funzioni del sito. Questi cookies non raccolgono informazioni personali utilizzabili a scopo di marketing, né memorizzano i siti visitati. L’uso di questi cookies (che non sono memorizzati in modo persistente sul dispositivo dell’utente e sono automaticamente eliminati con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione d’identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Questa categoria di cookies non può essere disattivata. (cookies diretti)
Cookies di funzionalità Questi cookies ci consentono di ricordare le scelte effettuate (come il nome utente, la lingua o la posizione geografica) e forniscono funzioni migliorate e personalizzate. Le informazioni raccolte da tali cookies possono essere rese anonime e non tengono traccia dell’attività di navigazione su altri siti web. Questa categoria di cookies non può essere disattivata. (cookies diretti)
Cookies di funzionalità e pubblicitari Questi cookies sono impiegati per fornire dei contenuti sul nostro sito web mediante YouTube. I dati raccolti da Google possono essere utilizzati per scopi ulteriori, ivi compresi quelli pubblicitari.

Google YouTube,privacy policy cookie

Cookies analytics Questi cookies, anche i cache cookies, sono impostati da Google Analytics e sono impiegati al fine di raccogliere informazioni sul modo in cui i visitatori utilizzano il sito, ivi compreso il numero di visitatori, i siti di provenienza e le pagine visitate sul nostro sito web. Utilizziamo queste informazioni per compilare rapporti e per migliorare il nostro sito web; questo ci consente, ad esempio, di conoscere eventuali errori rilevati dagli utenti e di assicurare loro una navigazione immediata, per trovare facilmente quello che cercano. In generale, questi cookie restano sul computer del visitatore fino a quando non vengono eliminati.

Google Analytics privacy policy cookie 
Per tenere sotto controllo la raccolta di dati ai fini di analisi effettuata da Google Analytics, visita la pagina delComponente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics.

Tecnologie analoghe ai cookies
Come nel caso di molti siti web, utilizziamo tecnologie analoghe ai cookies, compresi gli oggetti condivisi locali (anche noti come “flash cookie”), l’analisi della cronologia del browser, le impronte digitali dei browser e i pixel tag (anche noti come “web beacon”). Queste tecnologie forniscono a noi e ai nostri fornitori informazioni su come il sito e il suo contenuto sono utilizzati dai visitatori, e ci consentono di identificare se il computer o il dispositivo ha visitato i nostri o altri siti in passato.

I nostri server raccolgono automaticamente l’indirizzo IP dell’utente; in questo modo, possiamo associare tale indirizzo al nome del dominio utente o a quello del suo Internet Provider. Potremmo anche raccogliere alcuni “dati clickstream” relativi all’utilizzo del sito. I dati clickstream includono, ad esempio, informazioni relative al computer o dispositivo utente, al browser e al sistema operativo e relative impostazioni, alla pagina di provenienza, alle pagine e ai contenuti visualizzati o cliccati durante la visita oltre ai tempi e alle modalità di tali operazioni, agli elementi scaricati, al sito visitato successivamente al nostro, e a qualsiasi termine di ricerca inserito sul nostro sito o su un sito di reindirizzamento.

Come controllare o eliminare i cookies
L’utente ha il diritto di scegliere se accettare o meno i cookies. Nel seguito alcune informazioni su come esercitare tale diritto. Tuttavia, si ricorda che scegliendo di rifiutare i cookies, l’utente potrebbe non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito e, se ha prestato consenso alla profilazione in altre occasioni, le comunicazioni che riceverà potrebbero essere poco pertinenti ai suoi interessi. Si evidenzia, inoltre, che se si sceglie di gestire le preferenze dei cookies, il nostro strumento di gestione dei cookies imposterà comunque un cookie tecnico sul dispositivo per consentirci di dare esecuzione alle preferenze dell’utente. L’eliminazione o la rimozione dei cookies dal dispositivo utente comporta anche la rimozione del cookie relativo alle preferenze; tali scelte dovranno, pertanto, essere nuovamente effettuate.

È possibile bloccare i cookies usando i link di selezione presenti nella tabella sopra riportata. In alternativa, è possibile modificare le impostazioni del browser affinché i cookies non possano essere memorizzati sul dispositivo. A tal fine, occorre seguire le istruzioni fornite dal browser (in genere si trovano nei menu “Aiuto”, “Strumenti o “Modifica”). La disattivazione di un cookie o di una categoria di cookies non li elimina dal browser. Pertanto, tale operazione dovrà essere effettuata direttamente nel browser.

Per ulteriori informazioni sui cookies, anche su come visualizzare quelli che sono stati impostati sul dispositivo, su come gestirli ed eliminarli, visitare www.allaboutcookies.org.

Cookies impostati precedentemente

Se l’utente ha disabilitato uno o più cookies, saremo comunque in grado di utilizzare le informazioni raccolte prima di tale disabilitazione effettuata mediante le preferenze. Tuttavia, a partire da tale momento, cesseremo di utilizzare i cookies disabilitati per raccogliere ulteriori informazioni.

Sri Lanka

Parti in Conflitto: Sri Lanka, Tigri di liberazione del Tamil Eelam
 
Origine del Conflitto:
Fin dall’indipendenza dello Sri Lanka nel 1948, la maggioranza cingalese (73% della popolazione ) ha utilizzato la sua preponderanza numerica per monopolizzare le istituzioni a spese delle minoranze tamil (12% ) e musulmana (7% ), che si trovano pesantemente discriminate. A partire dagli anni ’70, questo stato di cose provoca la formazione di gruppi militanti tamil. Un attentato di uno di questi gruppi ad una unità dell’esercito cingalese dà il via a pesanti pogrom contro i tamil in tutto lo Sri Lanka, che il governo non è in grado di fermare. Il bilancio dei massacri sarà infine di oltre mille morti e decine di migliaia di rifugiati. Questi eventi aumenteranno enormemente il bacino di reclutamento dei gruppi guerriglieri tamil, tra i quali emergerà a metà degli anni ottanta il movimento delle Tirgi di liberazione del Tamil Eelam (Liberation Tigers of Tamil Eelam, LTTE). L’LTTE, che ha per obbiettivo la costituzione di uno stato tamil indipendente, impegna il governo cingalese in un conflitto ventennale scandito da attentati e operazioni militari di vasta scala. Numerosi tentativi negoziali falliscono, così come l’intervento di una forza di pace indiana che si trova presto in diretto conflitto con le tigri ed è costretta al ritiro (1987 - 1990). Al culmine del loro successo, le tigri tamil arrivano a controllare numerose province del nord e dell’est del paese. A fare le spese del ventennale conflitto sono naturalmente le popolazioni civli, sia quella tamil che quella cingalese (le tigri, infatti, non esitano a colpire con attentati le principali città dello Sri Lanka). Non esistano dati ufficiali e le stime disponibili variano in modo considerevole, ma è possibile azzardare circa 50-70 mila morti e intorno a 400 mila rifugiati nel corso dei venti anni di conflitto. Entrambe le parti sono state accusate (molto probabilmente a ragione) di grossolane violazioni dei diritti umani.

Situazione Attuale e Prospettive Future

A partire dal 2006 il governo cingalese ha definitivamente abbandonato la ricerca di una pacificazione del conflitto. La maggiore collaborazione della comunità internazionale (in particolare nel congelamento dei fondi esteri tamil) e la crescita esponenziale del bilancio della difesa dello Sri Lanka a partire dal 2005 hanno permesso al governo cingalese di combattere da una posizione di forza. Le diverse offensive dell’esercito hanno progressivamente ridotto le zone in mano al LTTE, fino a quando le forze armate cingalesi sono riuscite a prendere il controllo della principale base tamil, la città di Lillinochchi (aprile 2009). Pochi mesi dopo il governo ha annunciato la morte del leader tamil Prabachanda e la fine del conflitto. E’ molto probabile che la militanza tamil, a parte gruppi isolati di guerriglieri, sia stata effettivamente debellata come forza combattente. Ora rimane però da vedere come lo Sri Lanka sarà in grado di gestire le fasi successive al conflitto. Due saranno i nodi principali da affrontare. Da un lato, sarà necessario riportare alla normalità ampie zone del paese sconvolte da 20 anni di guerra civile, con tutte le conseguenze che questo comporta (spopolamento, distruzione del tessuto sociale e dell’economia locale, mancanza di legittimità del governo centrale). Dall’altro, Colombo dovrà riuscire in qualche modo a soddisfare le legittime aspirazioni dei tamil, concedendo una certa misura di autogoverno/autonomia politica alle zone in maggioranza tamil. Il successo delle istituzioni in questi compiti sarà determinate per evitare una recrudescenza del conflitto e garantire la riconciliazione e la normalizzazione dello Sri Lanka.

Cronologia degli Eventi

1948 – Indipendenza dello Sri Lanka dall’impero britannico 1956 – Il cingalese è dichiarato lingua ufficiale dello Sri Lanka

1971
– Nascita del Fronte di liberazione del popolo cingalese e delle prime formazioni militanti tamil

1972
– La nuova costituzione assegna al buddismo un ruolo rilevante nello stato

1983
– Un attacco tamil all’esercito suscita un’ondata di violenza da parte dei cingalesi contro la popolazione civile tamil (più di 1000 morti)

1983-85
– Le tigri di liberazione del tamil eelam (LTTE) assumono controllo della lotta tamil ed iniziano un’offensiva contro il governo

1987
– Arrivo del contingente di peacekeepers indiani, che si trova subito coinvolto nella lotta contro le tigri tamil

1990
– Ritiro delle forze indiane

1991
– Attentatori suicidi tamil uccidono il premier indiano Rajiv Gandhi…

1993
- ..e quello cingalese Ranasinghe Premadasa

1994-95
– Fallisce l’ultimo tentativo negoziale

2000-01
– L’LTTE conquista ampie zone nel nord del paese 2002-03 - Accordo per il cessate il fuoco

2006-07
– Violenta offensiva militare del governo: alte perdite per l’esercito e per le tigri, l’esercito riconquista gran parte delle province in mano delle tigri

2009-
aprile – L’esercito conquista la “capitale” dei tamil, Killinochchi 2009, maggio – il governo cingalese dichiara vittoria. Il leader tamil Prabachanda e gran parte dei comandanti vengono uccisi.

2010-
Il presidente in carica, M.Rajapaksa, ha vinto le elezioni presidenziali del 26 Gennaio battendo il generale S.Fonseka, l'artefice della vittoria del 2009 contro i ribelli tamil.

 


 
2013. Human Rights Watch, il 16 Febbraio, ha presentato il documento inerente alle forme di violenza sessuale, tra il 2006 e il 2012, attuate dall'esercito nei confronti di persone vicine alle Tigri dell'Ltte.

-aprile- Il Governo dello Sri Lanka chiede alle Nazioni Unite di non rendere pubblico il rapporto su crimini di guerra commessi dalle autorità governative e dal movimento Tamil nel corso del conflitto che ha insanguinato il paese asiatico.

Altro in questa categoria: « Tunisia Libia »
Devi effettuare il login per inviare commenti

Notizie e Aggiornamenti

Contributi e Approfondimenti