Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

INFORMATIVA ESTESA COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIES DI LAPACO

Il presente sito Web, di proprietà di Need s.r.l, titolare del trattamento ai sensi e per gli effetti del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (“Codice Privacy”), utilizza i cookies e tecnologie analoghe.
La presente informativa fornisce indicazioni su come sono utilizzati i cookies e su come possono essere controllati dall’utente.

L’utilizzo di questo sito Web (e di ogni altro sito gestito da noi) comporta l’accettazione, da parte dell’utente, del ricorso ai cookies (e tecnologie analoghe) conformemente alla presente informativa.
In particolare, si accetta l’uso dei cookies di analisi, pubblicità, marketing e profilazione, funzionalità per gli scopi di seguito descritti.

Se l’utente accetta i cookies di profilazione, come più oltre identificati, questi saranno aggiunti al proprio profilo già esistente nelle nostre banche dati, qualora l’utente abbia prestato il consenso ad attività di marketing e profilazione in occasione della sua adesione a una o più delle iniziative condotte dal nostro sito (es.: in fase di registrazione, e-commerce, per partecipare a concorsi a premi).

Qualora l’utente non intenda accettare l’uso dei cookies per finalità di analisi, pubblicità, profilazione, ha la possibilità di modificare l’impostazione del proprio browser secondo le modalità descritte nella sezione “Come controllare ed eliminare i cookies”.

Cosa sono i cookies
I cookies sono informazioni salvate sul disco fisso del terminale dell’utente e che sono inviate dal browser dell’utente a un Web server e che si riferiscono all’utilizzo della rete. Di conseguenza, permettono di conoscere i servizi, i siti frequentati e le opzioni che, navigando in rete, sono state manifestate. In altri termini, i cookies sono piccoli file, contenenti lettere e numeri, che vengono scaricati sul computer o dispositivo mobile dell’utente quando si visita un sito Web. I cookies vengono poi re-inviati al sito originario a ogni visita successiva, o a un altro sito Web che riconosce questi cookies. I cookies sono utili poiché consentono a un sito Web di riconoscere il dispositivo dell’utente.

Queste informazioni non sono, quindi, fornite spontaneamente e direttamente, ma lasciano traccia della navigazione in rete da parte dell'utente.

I cookies svolgono diverse funzioni e consentono di navigare tra le pagine in modo efficiente, ricordando le preferenze dell’utente e, più in generale, migliorando la sua esperienza. Possono anche contribuire a garantire che le pubblicità mostrate durante la navigazione siano di suo interesse e che le attività di marketing realizzate siano conformi alle sue preferenze, evitando iniziative promozionali sgradite o non in linea con le esigenze dell’utente.

Durante la navigazione su di un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookies che sono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (es.: immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando. Possono esserci, quindi, sotto questo profilo:

  1. Cookies diretti, inviati direttamente da questo sito al dispositivo dell’utente
  2. Cookies di terze parti, provenienti da una terza parte ma inviati per nostro conto. Il presente sito usa i cookies di terze parti per agevolare l’analisi del nostro sito Web e del loro utilizzo, e per consentire pubblicità mirate (come descritto di seguito).

Inoltre, in funzione della finalità di utilizzazione dei cookies, questi si possono distinguere in:

  1. Cookies tecnici: sono utilizzati per permettere la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica o per erogare un servizio espressamente richiesto dall’utente. Non sono utilizzati per altre finalità. Nella categoria dei cookies tecnici, la cui utilizzazione non richiede il consenso dell’utente, si distinguono:
    1. Cookies di navigazione o di sessione: garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito Web (es.: per autenticarsi ed accedere alle aree riservate). L’uso questi cookies (che non sono memorizzati in modo persistente sul dispositivo dell’utente e sono automaticamente eliminati con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione d’identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito.
    2. Cookies analytics: sono utilizzati soltanto per raccogliere informazioni in forma aggregata, sul numero di utenti che visitano il sito e come lo visitano.
    3. Cookies di funzionalità: permettono all’utente dii navigare in base a una serie di criteri selezionati (es.: lingua, prodotti o servizi acquistati) per migliorare il servizio reso all’utente.
  2. Cookies di profilazione: sono volti a creare profili relativi all’utente e utilizzati per inviare messaggi promozionali mirati in funzione delle preferenze manifestate dall'utente durante la sua navigazione in rete. Questi cookies sono utilizzabili per tali scopi soltanto con il consenso dell’utente.

Come sono utilizzati i cookies da questo sito
La tabella seguente riassume il modo in cui questo sito e le terzi parti utilizzano i cookies. Questi usi comprendono il ricorso ai cookies per:

  1. conoscere il numero totale di visitatori in modo continuativo oltre ai tipi di browser (ad es. Firefox, Safari o Internet Explorer) e sistemi operativi (ad es. Windows o Macintosh) utilizzati;
  2. monitorare le prestazioni del sito, incluso il modo in cui i visitatori lo utilizzano, nonché per migliorarne le funzionalità;
  3. personalizzare e migliorare l’esperienza utente on-line; e
  4. consentire la profilazione dell’utente, per scopi promozionali mirati e personalizzati in funzione delle preferenze ed interessi manifestati in rete dall’utente, da nostra parte e di terze parti, sia su questo sito che al di fuori dello stesso.

Quali categorie di cookies utilizziamo e come possono essere gestiti dall’utente
I tipi di cookie utilizzati possono essere classificati in una delle categorie, di seguito riportate nella tabella seguente, che permette all’utente di prestare il proprio consenso o modificarlo (se precedentemente già espresso) per accettare i vari tipi di cookies:

Tipo di cookie Finalità del cookie Origine e come bloccarlo
Cookies essenziali del sito web (di sessione e di navigazione) Questi cookies sono essenziali per una corretta navigazione e per fruire delle funzioni del sito. Questi cookies non raccolgono informazioni personali utilizzabili a scopo di marketing, né memorizzano i siti visitati. L’uso di questi cookies (che non sono memorizzati in modo persistente sul dispositivo dell’utente e sono automaticamente eliminati con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione d’identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Questa categoria di cookies non può essere disattivata. (cookies diretti)
Cookies di funzionalità Questi cookies ci consentono di ricordare le scelte effettuate (come il nome utente, la lingua o la posizione geografica) e forniscono funzioni migliorate e personalizzate. Le informazioni raccolte da tali cookies possono essere rese anonime e non tengono traccia dell’attività di navigazione su altri siti web. Questa categoria di cookies non può essere disattivata. (cookies diretti)
Cookies di funzionalità e pubblicitari Questi cookies sono impiegati per fornire dei contenuti sul nostro sito web mediante YouTube. I dati raccolti da Google possono essere utilizzati per scopi ulteriori, ivi compresi quelli pubblicitari.

Google YouTube,privacy policy cookie

Cookies analytics Questi cookies, anche i cache cookies, sono impostati da Google Analytics e sono impiegati al fine di raccogliere informazioni sul modo in cui i visitatori utilizzano il sito, ivi compreso il numero di visitatori, i siti di provenienza e le pagine visitate sul nostro sito web. Utilizziamo queste informazioni per compilare rapporti e per migliorare il nostro sito web; questo ci consente, ad esempio, di conoscere eventuali errori rilevati dagli utenti e di assicurare loro una navigazione immediata, per trovare facilmente quello che cercano. In generale, questi cookie restano sul computer del visitatore fino a quando non vengono eliminati.

Google Analytics privacy policy cookie 
Per tenere sotto controllo la raccolta di dati ai fini di analisi effettuata da Google Analytics, visita la pagina delComponente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics.

Tecnologie analoghe ai cookies
Come nel caso di molti siti web, utilizziamo tecnologie analoghe ai cookies, compresi gli oggetti condivisi locali (anche noti come “flash cookie”), l’analisi della cronologia del browser, le impronte digitali dei browser e i pixel tag (anche noti come “web beacon”). Queste tecnologie forniscono a noi e ai nostri fornitori informazioni su come il sito e il suo contenuto sono utilizzati dai visitatori, e ci consentono di identificare se il computer o il dispositivo ha visitato i nostri o altri siti in passato.

I nostri server raccolgono automaticamente l’indirizzo IP dell’utente; in questo modo, possiamo associare tale indirizzo al nome del dominio utente o a quello del suo Internet Provider. Potremmo anche raccogliere alcuni “dati clickstream” relativi all’utilizzo del sito. I dati clickstream includono, ad esempio, informazioni relative al computer o dispositivo utente, al browser e al sistema operativo e relative impostazioni, alla pagina di provenienza, alle pagine e ai contenuti visualizzati o cliccati durante la visita oltre ai tempi e alle modalità di tali operazioni, agli elementi scaricati, al sito visitato successivamente al nostro, e a qualsiasi termine di ricerca inserito sul nostro sito o su un sito di reindirizzamento.

Come controllare o eliminare i cookies
L’utente ha il diritto di scegliere se accettare o meno i cookies. Nel seguito alcune informazioni su come esercitare tale diritto. Tuttavia, si ricorda che scegliendo di rifiutare i cookies, l’utente potrebbe non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito e, se ha prestato consenso alla profilazione in altre occasioni, le comunicazioni che riceverà potrebbero essere poco pertinenti ai suoi interessi. Si evidenzia, inoltre, che se si sceglie di gestire le preferenze dei cookies, il nostro strumento di gestione dei cookies imposterà comunque un cookie tecnico sul dispositivo per consentirci di dare esecuzione alle preferenze dell’utente. L’eliminazione o la rimozione dei cookies dal dispositivo utente comporta anche la rimozione del cookie relativo alle preferenze; tali scelte dovranno, pertanto, essere nuovamente effettuate.

È possibile bloccare i cookies usando i link di selezione presenti nella tabella sopra riportata. In alternativa, è possibile modificare le impostazioni del browser affinché i cookies non possano essere memorizzati sul dispositivo. A tal fine, occorre seguire le istruzioni fornite dal browser (in genere si trovano nei menu “Aiuto”, “Strumenti o “Modifica”). La disattivazione di un cookie o di una categoria di cookies non li elimina dal browser. Pertanto, tale operazione dovrà essere effettuata direttamente nel browser.

Per ulteriori informazioni sui cookies, anche su come visualizzare quelli che sono stati impostati sul dispositivo, su come gestirli ed eliminarli, visitare www.allaboutcookies.org.

Cookies impostati precedentemente

Se l’utente ha disabilitato uno o più cookies, saremo comunque in grado di utilizzare le informazioni raccolte prima di tale disabilitazione effettuata mediante le preferenze. Tuttavia, a partire da tale momento, cesseremo di utilizzare i cookies disabilitati per raccogliere ulteriori informazioni.

Honduras

Confini e Territorio: A Sud confina con il Nicaragua, a Ovest con El Salvador e il Guatemala. A Nord è bagnato dal Mar delle Antille e a Sud si affaccia sull’Oceano Pacifico.
Forma diGoverno:Repubblica.
Superficie.112 492 kmq.
Popolazione:7 707 000 ab(stima 2008).
Capitale:Tegucigalpa.944 400 ab(2007).

Origini Crisi:
Nel XX secolo la vita politica è contraddistinta dall’ egemonia di due formazioni politiche: il Partito nazionale e il Partito nazionalista.Altro elemento fondamentale nella vita politica( ma anche la vita economica e le infrastrutture) del paese è quello della produzione di banane. Basti pensare ai costanti interventi degli Stati Uniti in difesa delle società come la United Fruit che possedevano,nel 1910, circa l’80% della superficie delle piantagioni del paese[1].
L’Honduras è stato governato da giunte militari ( sovente con elezioni fraudolente e sanguinose repressioni) sino alla metà degli anni Ottanta. Giunte che hanno ricevuto un forte sostegno dalla presenza militare americana. L’ Honduras ha rappresentato per le amministrazioni americane la base di riferimento per la lotta contro la guerriglia sandinista del Nicaragua e contro i movimenti ribelli del Salvador. Il controllo degli Stati Uniti nella politica honduregna termina verso la fine degli anni Ottanta. La fine della Guerra Fredda e dei conflitti nella regione centroamericana hanno favorito una fase democratica nel paese e di allentare il ruolo-guida dei militari sulla vita pubblica. Il governo civile si richiama ai valori espressi dal “piano di pace” di Arias Sanchez.[2] Con il presidente liberale Carlos Roberto Reina ( in carica dal 1994) lancia la parola d’ordine di una rivoluzione morale. Abolisce il servizio militare obbligatorio e ottiene il passaggio della polizia di stato sotto il controllo civile.
Tuttavia, le ineguaglianze sociali e le politiche di aggiustamento strutturali (in vigore nel 1993) e la persistenza di attriti regionali( il conflitto con il Nicaragua in merito al confine delle acque territoriali) provocano problemi di governabilità e possibili cadute nell’ autoritarismo[3]. Nel 1998 un evento naturale devasta il paese. L’ uragano Mitch provoca la morte di 5000 persone e distrugge il 70% dei raccolti[4]. L’ esponente del Partito liberale, Manuel Zelaya, viene eletto presidente nel 2005. Zelaya promuove una  politica estera vicina alle posizioni del Venezuela, che fornisce all’ Honduras petrolio a condizioni agevolate. L’Honduras aderisce all’ALBA(Alternativa Bolivariana per i Popoli d’America), un’ organizzazione regionale per realizzare maggiori investimenti e commerci tra i paesi membri in opposizione al patto regionale ALCA(Aria di Libero Commercio delle Americhe) promosso dagli Stai Uniti.Nel 2009 si sarebbe dovuto svolgere un referendum per decidere l’ istituzione di un’Assemblea costituente, ma l’opposizione della parte conservatrice( in accordo con i militari) ha determinato un conflitto istituzionale con  il presidente Zelaya, che nel mese di Giugno è stato deposto ed espulso dal paese.La carica di presidente è stata assunta dal Primo ministro Roberto Micheletti. Il golpe è stato condannato dalle Nazioni Unite e i governi latino-americani hanno reclamato il reinserimento di Zelaya.[5]
 
Situazione Attuale:
La destituzione di Zelaya ha determinato una situazione istituzionale molto fragile.Lo scorso  Novembre  nuove consultazioni hanno eletto presidente Porfirio Lobo, esponente della coalizione conservatrice. Lobo si è insediato il 27 Gennaio di questo anno.[6] L’attuale presidente mantiene forti legami con gli Stati Uniti e con il Messico.Ciò nonostante il presidente Lobo non è stato riconosciuto da molti stati esteri e si accentua sempre più per l’Honduras una condizione di isolamento diplomatico.La Banca Mondiale ha bloccato l’ invio di 270 milioni di dollari previsti per attuare programmi di sviluppo. L’Honduras è uno dei paesi più poveri dell’ America centrale. La sua economia si basa sulla agricoltura, estrazione dell’ oro e le rimesse degli emigrati che lavorano negli Stati Uniti.Il paese è prostrato dalla povertà, dalla corruzione e dalla criminalità legata al narcotraffico. I settori sociali ( sindacati e associazioni, studenti universitari) sostengono Zelaya[7].Il presidente deposto si trova in Costa Rica e cerca di formare un nuovo nucleo politico. Zelaya può contare sul sostegno di importanti leader regionali: Lula, Evo Morales, Raul Castro e Chavez.Nel mese di Novembre dovrebbero svolgersi le elezioni legislative.
Cronologia degli Eventi.
1821.Già colonia spagnola, l’ Honduras diviene indipendente il 15 Settembre.
1903-1933. Gli Stati Uniti d’America intervengono militarmente per interferire nella vita politica del paese.
1949-1956. Il governo liberale di Juan Gàlvez crea infrastrutture indipendenti, tassa le compagnie bananiere , crea una banca centrale e strutture sanitarie.
1963. Colpo di Stato da parte dei militari.
1969. Conflitto con El Salvador per questioni di confine. Controversia chiusa nel 1992 con un accordo che consente all’ Honduras di mantenere lo sbocco sull’Oceano Pacifico.
1974. Uragano provoca ( nel mese di Settembre) la morte di 10.000 persone.
1980. Istituzione di un’ Assemblea costituente che vara una nuova Costituzione.
1981. Elezioni presidenziali sono vinte dal liberale Suazo Còrdova.
1989. Ritorno al potere del Partito nazionale. Si avvia un rigoroso piano di ristrutturazione economica.
1994-1995. Il presidente liberale Carlos Reina abolisce il servizio militare obbligatorio e alcuni ufficiali vengono inquisiti ( per la prima volta) per la violazione dei diritti umani.
1998.L’uragano Mitch colpisce il paese. Muoiono 5000 persone e vengono distrutti il 70%dei raccolti.
2001. Elezioni legislative vinte dal Partito nazionale.
2002. Eletto presidente Ricardo Maduro, esponente del Partito Nazionale.
2005. Viene eletto presidente Manuel Zelaya del Partito liberale. Si attua un nuovo corso in politica estera. L’Honduras si avvicina al Venezuela e aderisce all’ALBA(Alternativa Bolivariana per i Popoli d’America). Questo organismo si propone di rafforzare i rapporti commerciali tra i paesi membri.
2009. Il 28 Giugno viene deposto ed espulso dall’Honduras il presidente Zelaya.Assume la guida del paese Roberto Micheletti, capo del Congresso. Il nuovo governo non riceve nessuna legittimazione internazionale.
2010. Il 27 Gennaio Porfirio Lobo, rappresentante della coalizione conservatrice, si insedia come presidente.
2011.Gruppi di campesinos e realtà della società civile hanno cominciato ad occupare strade in diverse zone del paese.Le proteste sono guidate dal Fronte di resistenza popoare che denuncia violenza e insicurezza e un aggravamento dei conflitti legati al mondo del lavoro.
2012.Circa 350 detenuti sono morti(carbonizzati o per asfissia), nell'incendio divampato all'interno della prigione di Camayagua, nella notte tra il 14 e il 15 Febbraio.  Non sono note le cuse dell'incendio.
2013. Il 28 Maggio le due bande- traffico di armi e droga- del Paese hanno annunciato una tregua immediata.
Fonti: AA.VV,Atlante De Agostini 2010,Istituto Geografico De Agostini,Novara,2009; S.Cordellier,Dizionario di storia e geopolitica del XX secolo, Bruno Mondatori, Milano, 2001; J.Palmowski, Dizionario di Storia del’900,Il Saggiatore,1998; Internazionale, www.internazionale.it ; La Repubblica, www.repubblica.it ; La Stampa, www.lastampa.it
Per Saperne di Più: Amnesty International, Rapporto annuale 2010, http://www.amnesty.it/Rapporto/Annuale-2010/Honduras ;Istituto Italo-LatinoAmericano (ILA), http://www.ila.org; La Tribuna, www.latribuna.hn ;El Tempo, www.tiempo.hn ;Agenzia latinoamericana de informaciòn, www.alainet.org ;Bbc Mundo Noticias, http://news.bbc.co.uk/hi/spanish/news

[1] S.Cordellier,Dizionario di storia e geopolitica del XX secolo,Bruno Mondatori, 2001, p.370
[2] J.Palmowski,Dizionario di Storia del’900,Il Saggiatore, 1998,p.33:”Nel 1987 si è distinto(Arias Sànchez Oscar, presidente del Costa Rica dal 1986 al 1990)quale autore del piano di pace Arias, ufficialmente EsquipulasII,per il quale ha ricevuto il premio Nobel per la pace in quello stesso anno.(…) Il piano di pace partiva dalla premessa che la pace regionale si poteva conseguire solamente senza interferenze delle superpotenze”.
[3] S.Cordellier,Dizionario di storia e geopolitica,…2001, p.371
[4] La Stampa, 28/6/09, http://www.lastampa.it
[5] AA.VV,Atlante DeAgostini 2010,Istituto Geografico De Agostini, Novara, 2009,p.632
[6] Internazionale, 5/11 Febbraio 2010.N.832.Anno 17,p.23
Altro in questa categoria: « Messico Haiti »
Devi effettuare il login per inviare commenti

Notizie e Aggiornamenti

Contributi e Approfondimenti