Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

INFORMATIVA ESTESA COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIES DI LAPACO

Il presente sito Web, di proprietà di Need s.r.l, titolare del trattamento ai sensi e per gli effetti del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (“Codice Privacy”), utilizza i cookies e tecnologie analoghe.
La presente informativa fornisce indicazioni su come sono utilizzati i cookies e su come possono essere controllati dall’utente.

L’utilizzo di questo sito Web (e di ogni altro sito gestito da noi) comporta l’accettazione, da parte dell’utente, del ricorso ai cookies (e tecnologie analoghe) conformemente alla presente informativa.
In particolare, si accetta l’uso dei cookies di analisi, pubblicità, marketing e profilazione, funzionalità per gli scopi di seguito descritti.

Se l’utente accetta i cookies di profilazione, come più oltre identificati, questi saranno aggiunti al proprio profilo già esistente nelle nostre banche dati, qualora l’utente abbia prestato il consenso ad attività di marketing e profilazione in occasione della sua adesione a una o più delle iniziative condotte dal nostro sito (es.: in fase di registrazione, e-commerce, per partecipare a concorsi a premi).

Qualora l’utente non intenda accettare l’uso dei cookies per finalità di analisi, pubblicità, profilazione, ha la possibilità di modificare l’impostazione del proprio browser secondo le modalità descritte nella sezione “Come controllare ed eliminare i cookies”.

Cosa sono i cookies
I cookies sono informazioni salvate sul disco fisso del terminale dell’utente e che sono inviate dal browser dell’utente a un Web server e che si riferiscono all’utilizzo della rete. Di conseguenza, permettono di conoscere i servizi, i siti frequentati e le opzioni che, navigando in rete, sono state manifestate. In altri termini, i cookies sono piccoli file, contenenti lettere e numeri, che vengono scaricati sul computer o dispositivo mobile dell’utente quando si visita un sito Web. I cookies vengono poi re-inviati al sito originario a ogni visita successiva, o a un altro sito Web che riconosce questi cookies. I cookies sono utili poiché consentono a un sito Web di riconoscere il dispositivo dell’utente.

Queste informazioni non sono, quindi, fornite spontaneamente e direttamente, ma lasciano traccia della navigazione in rete da parte dell'utente.

I cookies svolgono diverse funzioni e consentono di navigare tra le pagine in modo efficiente, ricordando le preferenze dell’utente e, più in generale, migliorando la sua esperienza. Possono anche contribuire a garantire che le pubblicità mostrate durante la navigazione siano di suo interesse e che le attività di marketing realizzate siano conformi alle sue preferenze, evitando iniziative promozionali sgradite o non in linea con le esigenze dell’utente.

Durante la navigazione su di un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookies che sono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (es.: immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando. Possono esserci, quindi, sotto questo profilo:

  1. Cookies diretti, inviati direttamente da questo sito al dispositivo dell’utente
  2. Cookies di terze parti, provenienti da una terza parte ma inviati per nostro conto. Il presente sito usa i cookies di terze parti per agevolare l’analisi del nostro sito Web e del loro utilizzo, e per consentire pubblicità mirate (come descritto di seguito).

Inoltre, in funzione della finalità di utilizzazione dei cookies, questi si possono distinguere in:

  1. Cookies tecnici: sono utilizzati per permettere la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica o per erogare un servizio espressamente richiesto dall’utente. Non sono utilizzati per altre finalità. Nella categoria dei cookies tecnici, la cui utilizzazione non richiede il consenso dell’utente, si distinguono:
    1. Cookies di navigazione o di sessione: garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito Web (es.: per autenticarsi ed accedere alle aree riservate). L’uso questi cookies (che non sono memorizzati in modo persistente sul dispositivo dell’utente e sono automaticamente eliminati con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione d’identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito.
    2. Cookies analytics: sono utilizzati soltanto per raccogliere informazioni in forma aggregata, sul numero di utenti che visitano il sito e come lo visitano.
    3. Cookies di funzionalità: permettono all’utente dii navigare in base a una serie di criteri selezionati (es.: lingua, prodotti o servizi acquistati) per migliorare il servizio reso all’utente.
  2. Cookies di profilazione: sono volti a creare profili relativi all’utente e utilizzati per inviare messaggi promozionali mirati in funzione delle preferenze manifestate dall'utente durante la sua navigazione in rete. Questi cookies sono utilizzabili per tali scopi soltanto con il consenso dell’utente.

Come sono utilizzati i cookies da questo sito
La tabella seguente riassume il modo in cui questo sito e le terzi parti utilizzano i cookies. Questi usi comprendono il ricorso ai cookies per:

  1. conoscere il numero totale di visitatori in modo continuativo oltre ai tipi di browser (ad es. Firefox, Safari o Internet Explorer) e sistemi operativi (ad es. Windows o Macintosh) utilizzati;
  2. monitorare le prestazioni del sito, incluso il modo in cui i visitatori lo utilizzano, nonché per migliorarne le funzionalità;
  3. personalizzare e migliorare l’esperienza utente on-line; e
  4. consentire la profilazione dell’utente, per scopi promozionali mirati e personalizzati in funzione delle preferenze ed interessi manifestati in rete dall’utente, da nostra parte e di terze parti, sia su questo sito che al di fuori dello stesso.

Quali categorie di cookies utilizziamo e come possono essere gestiti dall’utente
I tipi di cookie utilizzati possono essere classificati in una delle categorie, di seguito riportate nella tabella seguente, che permette all’utente di prestare il proprio consenso o modificarlo (se precedentemente già espresso) per accettare i vari tipi di cookies:

Tipo di cookie Finalità del cookie Origine e come bloccarlo
Cookies essenziali del sito web (di sessione e di navigazione) Questi cookies sono essenziali per una corretta navigazione e per fruire delle funzioni del sito. Questi cookies non raccolgono informazioni personali utilizzabili a scopo di marketing, né memorizzano i siti visitati. L’uso di questi cookies (che non sono memorizzati in modo persistente sul dispositivo dell’utente e sono automaticamente eliminati con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione d’identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Questa categoria di cookies non può essere disattivata. (cookies diretti)
Cookies di funzionalità Questi cookies ci consentono di ricordare le scelte effettuate (come il nome utente, la lingua o la posizione geografica) e forniscono funzioni migliorate e personalizzate. Le informazioni raccolte da tali cookies possono essere rese anonime e non tengono traccia dell’attività di navigazione su altri siti web. Questa categoria di cookies non può essere disattivata. (cookies diretti)
Cookies di funzionalità e pubblicitari Questi cookies sono impiegati per fornire dei contenuti sul nostro sito web mediante YouTube. I dati raccolti da Google possono essere utilizzati per scopi ulteriori, ivi compresi quelli pubblicitari.

Google YouTube,privacy policy cookie

Cookies analytics Questi cookies, anche i cache cookies, sono impostati da Google Analytics e sono impiegati al fine di raccogliere informazioni sul modo in cui i visitatori utilizzano il sito, ivi compreso il numero di visitatori, i siti di provenienza e le pagine visitate sul nostro sito web. Utilizziamo queste informazioni per compilare rapporti e per migliorare il nostro sito web; questo ci consente, ad esempio, di conoscere eventuali errori rilevati dagli utenti e di assicurare loro una navigazione immediata, per trovare facilmente quello che cercano. In generale, questi cookie restano sul computer del visitatore fino a quando non vengono eliminati.

Google Analytics privacy policy cookie 
Per tenere sotto controllo la raccolta di dati ai fini di analisi effettuata da Google Analytics, visita la pagina delComponente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics.

Tecnologie analoghe ai cookies
Come nel caso di molti siti web, utilizziamo tecnologie analoghe ai cookies, compresi gli oggetti condivisi locali (anche noti come “flash cookie”), l’analisi della cronologia del browser, le impronte digitali dei browser e i pixel tag (anche noti come “web beacon”). Queste tecnologie forniscono a noi e ai nostri fornitori informazioni su come il sito e il suo contenuto sono utilizzati dai visitatori, e ci consentono di identificare se il computer o il dispositivo ha visitato i nostri o altri siti in passato.

I nostri server raccolgono automaticamente l’indirizzo IP dell’utente; in questo modo, possiamo associare tale indirizzo al nome del dominio utente o a quello del suo Internet Provider. Potremmo anche raccogliere alcuni “dati clickstream” relativi all’utilizzo del sito. I dati clickstream includono, ad esempio, informazioni relative al computer o dispositivo utente, al browser e al sistema operativo e relative impostazioni, alla pagina di provenienza, alle pagine e ai contenuti visualizzati o cliccati durante la visita oltre ai tempi e alle modalità di tali operazioni, agli elementi scaricati, al sito visitato successivamente al nostro, e a qualsiasi termine di ricerca inserito sul nostro sito o su un sito di reindirizzamento.

Come controllare o eliminare i cookies
L’utente ha il diritto di scegliere se accettare o meno i cookies. Nel seguito alcune informazioni su come esercitare tale diritto. Tuttavia, si ricorda che scegliendo di rifiutare i cookies, l’utente potrebbe non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito e, se ha prestato consenso alla profilazione in altre occasioni, le comunicazioni che riceverà potrebbero essere poco pertinenti ai suoi interessi. Si evidenzia, inoltre, che se si sceglie di gestire le preferenze dei cookies, il nostro strumento di gestione dei cookies imposterà comunque un cookie tecnico sul dispositivo per consentirci di dare esecuzione alle preferenze dell’utente. L’eliminazione o la rimozione dei cookies dal dispositivo utente comporta anche la rimozione del cookie relativo alle preferenze; tali scelte dovranno, pertanto, essere nuovamente effettuate.

È possibile bloccare i cookies usando i link di selezione presenti nella tabella sopra riportata. In alternativa, è possibile modificare le impostazioni del browser affinché i cookies non possano essere memorizzati sul dispositivo. A tal fine, occorre seguire le istruzioni fornite dal browser (in genere si trovano nei menu “Aiuto”, “Strumenti o “Modifica”). La disattivazione di un cookie o di una categoria di cookies non li elimina dal browser. Pertanto, tale operazione dovrà essere effettuata direttamente nel browser.

Per ulteriori informazioni sui cookies, anche su come visualizzare quelli che sono stati impostati sul dispositivo, su come gestirli ed eliminarli, visitare www.allaboutcookies.org.

Cookies impostati precedentemente

Se l’utente ha disabilitato uno o più cookies, saremo comunque in grado di utilizzare le informazioni raccolte prima di tale disabilitazione effettuata mediante le preferenze. Tuttavia, a partire da tale momento, cesseremo di utilizzare i cookies disabilitati per raccogliere ulteriori informazioni.

Colombia

Confini e Territorio: Confina a Est con il Venezuela e il Brasile, a Sud con il Perù e l'Ecuador, a Nord Ovest con Panamà. La Colombia a Nord è bagnata dal Mar delle Antille e a Ovest dall' Oceano Pacifico.
Forma di Governo: Repubblica presidenziale.
Superficie:1 141 748 kmq.
Popolazione: 44 450 260 ab.(stima 2008).
Capitale: Bogotà 8 244 480 ab.(2007).
Origini del Conflitto:
Lo scontro tra il partito liberale federalista e quello conservatore centralista   ha dominato la vita politica della Colombia dalla seconda metà dell' 800 fino all' accordo del 1957 . L' accordo ( detto il patto del fronte nazionale )[1] ha definito l' alternanza al potere dei due partiti politici . Questo sistema bipartitico ha bloccato qualsiasi forma civile di opposizione e favorito la corruzione e l' immobilismo nelle politiche sociali. L' accordo è cessato nel 1974 con la ripresa di libere elezioni . Le istanze sociali hanno trovato risposta nel dissenso antigovernativo espresso dalla guerriglia armata. Le Farc ( Forze armate rivoluzionarie della Colombia) e l'Eln ( Esercito di liberazione nazionale). Parallela alla situazione politica, l' attività dei trafficanti di cocaina ha condizionato il funzionamento delle istituzioni. Grazie ai profitti del narcotraffico la criminalità organizzata ha immesso valuta pregiata nelle banche del Paese. I governi che si sono succeduti nel tempo hanno mantenuto una posizione contraddittoria ( tra l' azione di contrasto al narcotraffico e le connivenze con lo stesso) in merito alla lotta al narcotraffico.

Parti in Conflitto:

Da oltre 40 anni in Colombia è in atto un conflitto armato interno. Le parti coinvolte nel conflitto sono le seguenti:
1. La parte governativa sostenuta dall' esercito regolare , dalle forze di polizia speciali e dai gruppi paramilitari.Dispongono di 40.000 uomini.
2. Le forze rivoluzionarie di origine marxista e socialista ( le Farc,forze armate rivoluzionarie della Colombia e l' Eln,l'esercito di liberazione nazionale). In tutto 24 mila guerriglieri .L' obiettivo delle parti in conflitto è il governo del paese e il controllo economico - strategico delle abbondanti risorse naturali presenti in Colombia: oro, argento,smeraldi, nichel e carbone.La parte governativa (esercito e gruppi paramilitari ) riceve un forte aiuto dagli Stati Uniti d' America. Questo aiuto si traduce inviando denaro e militari per addestrare l' esercito regolare colombiano. Le forze ribelli si autofinanziano mediante i guadagni del narcotraffico e assaltando le armerie dell' esercito colombiano. Da sempre il Venezuela è accusato di aiutare le Farc in nome di un' opposizione ideologica al governo di destra della Colombia .[2]Nel mese di agosto 2009 è stato siglato un accordo fra Washington e Bogotà. L' accordo sancisce che gli Stati Uniti potranno utilizzare le basi militari colombiane per i prossimi
dieci anni. Un accordo per dare maggiore impulso alle attività di lotta al narcotraffico e ai cartelli che lo controllano. Circa 40 milioni di dollari saranno versati nelle casse colombiane dall' amministrazione statunitense.[3]
 
Vittime del Conflitto:

Sebbene non siano disponibili stime accurate , si ritiene che le vittime del conflitto( a partire dal 1964) siano 300 mila.[4]
 
Situazione Attuale:

I civili sono le principali vittime del conflitto interno. E' drammatica la condizione in cui vive il popolo colombiano.La Colombia è uno tra i paesi con il maggior numero di sfollati.Circa 4 milioni di persone hanno lasciato le proprie abitazioni a causa del conflitto.[5] Amnesty International denuncia gravi abusi dei diritti umani da tutte le parti in conflitto: esecuzioni extragiudiziali , uccisione di civili , sequestri e lo sfollamento forzato di comunità civili.[6]L'ex candidata alle presidenziali Ingrid Betancourt è stata il principale ostaggio di alto profilo.Nel luglio 2008, la Betancuort insieme ad altre 14 persone ha riguadagnato la libertà dopo 7 anni di prigionia nelle mani delle Farc. Secondo i dati della Fao (Agenzia delle Nazioni Unite per l' alimentazione e l' agricoltura )   esistono 6 milioni di colombiani malnutriti.[7] In questo contesto è difficile per buona parte della popolazione accedere ai diritti fondamentali ( per esempio, istruzione e sanità ) .   Il conflitto non risparmia i minori, poiché in alcune zone gli adolescenti rischiano di essere arruolati a forza dalle parti in lotta [8].Altra condizione drammatica è quella in cui versano le popolazioni indigene. Alcune di queste popolazioni ( afrodiscendenti e campesinos) sono state espulse dalle loro terre ancestrali.Le popolazioni indigene della Colombia vivono in regioni ricche di risorse. Negli ultimi anni le comunità indigene sono divenute sempre più attive nella difesa dei propri diritti umani. Inoltre, degli oltre 100 gruppi indigeni presenti in Colombia 28 sono considerati in pericolo di estinzione fisica e culturale.
Nel luglio 2009, la Missione delle Nazioni Unite di “Verifica sulla situazione dei popoli indigeni in Colombia” , ha denunciato la violazione di tutti i diritti umani fondamentali a danno delle popolazioni indigene.[9]
Il “Piano Colombia “ ( piano fortemente voluto nel 2000 dall' amministrazione Bush ) , vale a dire il contributo di fondi da parte degli americani di progetti volti a combattere la guerriglia e il narcotraffico, sembra di più sviluppare un controllo di diverse aziende statunitensi dei ricchi giacimenti minerari presenti nel sottosuolo colombiano.[10]
Il presidente Alvaro Uribe ha promosso la campagna di smobilitazione dei gruppi armati . I paramilitari hanno risposto positivamente al monito del presidente Uribe. Essi hanno dichiarato di essere pronti a lasciare la clandestinità e reinserirsi nella normalità. Molti analisti politici temono che l' atteggiamento dei gruppi paramilitari nasconda in realtà l' intento di arruolarsi nell' esercito regolare e proseguire così ad imbracciare le armi. Di recente, il Congresso colombiano ha deciso di approvare un referendum costituzionale che modificherebbe ( se approvato ) per la seconda volta la Magna Carta , consentendo al presidente Alvaro Uribe(in carica dal 2002 ) di presentarsi per la terza volta alle elezioni presidenziali.

Cronologia degli Eventi:

Il secolo XIX è segnato dagli scontri fra i liberali federalisti ( ispirati dalle rivoluzioni francesi del 1838 e del 1848 ), e i conservatori, autori della costituzione centralista del 1889, che non sarà riformata sino al 1991.

1899-1903.
Conflitto tra le strutture coloniali e dell' assolutismo spagnolo da una parte , e dall' altra, , autoritarismo oligarchico e religioso. La guerra dei mille giorni farà 100.000 vittime.

1934.
Si conclude l' egemonia conservatrice alla guida del Paese.

1934-1945.
Gestione del potere da parte delle forze politiche liberali. I governi liberali attuano delle riforme nel settore agrario e nel sociale. Tuttavia , il blocco liberale si divide davanti all' aumento di poteri nel proprio seno del leader populista Jorge Gaitan.

1948-1953.
Nel 1948 viene assassinato Jorge Gaitan. Questo omicidio politico ha scatenato terribili ondate di sommosse . 200.000 vittime e circa 800.000 sfollati.

1953-1957. 
I dirigenti liberali e conservatori instaurano il “patto del fronte nazionale”. Il patto consente di fatto la spartizione del potere tra le due fazioni politiche.

1964. 
Fanno la loro prima apparizione le Farc ( Forze armate rivoluzionarie della Colombia ), eredi delle milizie contadine e il movimento Eln (Esercito di liberazione nazionale ).

1985-1990.
Le vittime del conflitto raggiungono quota duemila. Vengono assassinati Jaime Pardo Leal della forza politica Unione Patriottica (parte non armata delle FARC )e tre candidati alla presidenza della Repubblica.

1991-1996.
Promulgata una nuova costituzione che conferisce più potere allo stato e alle sue istituzioni nella lotta contro i cartelli della droga. Eletto il 19 giugno 1994 alla presidenza della Repubblica il liberale Ernesto Samper Lozano . Intanto nel paese dilaga sempre più il fenomeno della corruzione di funzionari pubblici da parte dei narcotrafficanti. Lo stesso Samper è stato incriminato per corruzione nel febbraio '94.

1997-2002.
La Colombia diviene la nazione con il maggiore tasso di omicidi al mondo e con un altissimo tasso di violenza urbana. Vittoria del conservatore Alvaro Uribe alle elezioni presidenziali.

2002-2009.
Approvazione del Piano Colombia , programma di aiuto economico e militare su iniziativa dell' amministrazione statunitense. Seconda elezione alla carica di Presidente della Repubblica per Alvaro Uribe.
Accordo Stati Uniti – Colombia ( luglio 2009 ) per lo sfruttamento di basi militari nel paese sudamericano da parte delle forze armate americane. La Colombia riceverà un sostegno economico e militare. Questo accordo ha provocato una dura reazione da parte del Venezuela che ha deciso di interrompere le relazioni diplomatiche con la Colombia.

2010.
J.M.Santos, candidato conservatore, si è imposto nel ballottaggio delle presidenziali svoltosi il 20 Giugno con il 60% dei voti contro il 28% del rivale Antanas Mockus,esponente del centro-sinistra. Le elezioni sono state funestate da numerosi attentati da parte delle milizie paramilitari.

2011.
Dal mese di Gennaio nella parte settentrionale della Colombia,San Bernardo del Viento,sono state uccise più di 40 persone.Queste vittime sono dovut al conflitto,tra i paramilitari,che si contendono le rotte della droga e il controllo del territorio.
Il 10 Giugno il presidente colombiano ha messo la firma sulla "Ley de victimas e restituction de tierras", una legge che intende compensare- per la prima volta- le vittime che il conflitto interno ha causato negli ultimi 25 anni.Gustavo Petro,ex guerrigliero del movimento M-19, è il nuovo sindaco di Bogotà. Domenica 30 Ottobre, con un forte astensionismo ed episodi di violenza, si sono svolte le elezioni amministrative.
2013. Il 25 Agosto riprenderanno a Cuba i colloqui di pace tra il Governo e i guerriglieri delle Farc.

Fonti:

Atlante De Agostini 2010, Istituto Geografico De Agostini , Novara , 2009 ; Jean Palmowski , Dizionario di Storia del'900, Il Saggiatore , Milano , 1998; Pascal Boniface , Hubert Vèdrine, , Atlas des Crises et des Conflits, Armand Colin , Paris, 2009 ; ;Amnesty International,Rapporto Annuale 2009, www.amnesty.it ;Medici Senza Frontiere, www.medicisenzafrontiere.it ; PeaceReporter, www.peacereporter.net ; Fao,www.fao.org ;Unicef, http://beta.unicef.it .

Per Saperne di Più:
 
Agenzia latinoamericana di informazione, www.alainet.org; Ingrid Betancourt, Forse mi uccideranno domani, BUR(Biblioteca Universale Rizzoli),2008; Alfio Neri, Società e crisi politica nella Colombia contemporanea, L'Harmattan, Italia, 2004.

[1] J.Palmowski , Dizionario di Storia del ' 900, Il Saggiatore , 1997 , p.148: “ conservatori e liberali si accordarono sulla condivisione del potere a tutti i livelli del governo e dell' amministrazione, mentre alla presidenza avrebbero dovuto alternarsi esponenti dell' uno e dell' altro partito”.
[2] P.Boniface,H.Vèdrine , Atlas des Crises et des Conflits , Armand Colin ,2009,p.57
[7] Food and Agriculture Organization (Fao), http://www.fao.org
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Notizie e Aggiornamenti

Contributi e Approfondimenti