Colombia

Confini e Territorio: Confina a Est con il Venezuela e il Brasile, a Sud con il Perù e l'Ecuador, a Nord Ovest con Panamà. La Colombia a Nord è bagnata dal Mar delle Antille e a Ovest dall' Oceano Pacifico.
Forma di Governo: Repubblica presidenziale.
Superficie:1 141 748 kmq.
Popolazione: 44 450 260 ab.(stima 2008).
Capitale: Bogotà 8 244 480 ab.(2007).
Origini del Conflitto:
Lo scontro tra il partito liberale federalista e quello conservatore centralista   ha dominato la vita politica della Colombia dalla seconda metà dell' 800 fino all' accordo del 1957 . L' accordo ( detto il patto del fronte nazionale )[1] ha definito l' alternanza al potere dei due partiti politici . Questo sistema bipartitico ha bloccato qualsiasi forma civile di opposizione e favorito la corruzione e l' immobilismo nelle politiche sociali. L' accordo è cessato nel 1974 con la ripresa di libere elezioni . Le istanze sociali hanno trovato risposta nel dissenso antigovernativo espresso dalla guerriglia armata. Le Farc ( Forze armate rivoluzionarie della Colombia) e l'Eln ( Esercito di liberazione nazionale). Parallela alla situazione politica, l' attività dei trafficanti di cocaina ha condizionato il funzionamento delle istituzioni. Grazie ai profitti del narcotraffico la criminalità organizzata ha immesso valuta pregiata nelle banche del Paese. I governi che si sono succeduti nel tempo hanno mantenuto una posizione contraddittoria ( tra l' azione di contrasto al narcotraffico e le connivenze con lo stesso) in merito alla lotta al narcotraffico.

Parti in Conflitto:

Da oltre 40 anni in Colombia è in atto un conflitto armato interno. Le parti coinvolte nel conflitto sono le seguenti:
1. La parte governativa sostenuta dall' esercito regolare , dalle forze di polizia speciali e dai gruppi paramilitari.Dispongono di 40.000 uomini.
2. Le forze rivoluzionarie di origine marxista e socialista ( le Farc,forze armate rivoluzionarie della Colombia e l' Eln,l'esercito di liberazione nazionale). In tutto 24 mila guerriglieri .L' obiettivo delle parti in conflitto è il governo del paese e il controllo economico - strategico delle abbondanti risorse naturali presenti in Colombia: oro, argento,smeraldi, nichel e carbone.La parte governativa (esercito e gruppi paramilitari ) riceve un forte aiuto dagli Stati Uniti d' America. Questo aiuto si traduce inviando denaro e militari per addestrare l' esercito regolare colombiano. Le forze ribelli si autofinanziano mediante i guadagni del narcotraffico e assaltando le armerie dell' esercito colombiano. Da sempre il Venezuela è accusato di aiutare le Farc in nome di un' opposizione ideologica al governo di destra della Colombia .[2]Nel mese di agosto 2009 è stato siglato un accordo fra Washington e Bogotà. L' accordo sancisce che gli Stati Uniti potranno utilizzare le basi militari colombiane per i prossimi
dieci anni. Un accordo per dare maggiore impulso alle attività di lotta al narcotraffico e ai cartelli che lo controllano. Circa 40 milioni di dollari saranno versati nelle casse colombiane dall' amministrazione statunitense.[3]
 
Vittime del Conflitto:

Sebbene non siano disponibili stime accurate , si ritiene che le vittime del conflitto( a partire dal 1964) siano 300 mila.[4]
 
Situazione Attuale:

I civili sono le principali vittime del conflitto interno. E' drammatica la condizione in cui vive il popolo colombiano.La Colombia è uno tra i paesi con il maggior numero di sfollati.Circa 4 milioni di persone hanno lasciato le proprie abitazioni a causa del conflitto.[5] Amnesty International denuncia gravi abusi dei diritti umani da tutte le parti in conflitto: esecuzioni extragiudiziali , uccisione di civili , sequestri e lo sfollamento forzato di comunità civili.[6]L'ex candidata alle presidenziali Ingrid Betancourt è stata il principale ostaggio di alto profilo.Nel luglio 2008, la Betancuort insieme ad altre 14 persone ha riguadagnato la libertà dopo 7 anni di prigionia nelle mani delle Farc. Secondo i dati della Fao (Agenzia delle Nazioni Unite per l' alimentazione e l' agricoltura )   esistono 6 milioni di colombiani malnutriti.[7] In questo contesto è difficile per buona parte della popolazione accedere ai diritti fondamentali ( per esempio, istruzione e sanità ) .   Il conflitto non risparmia i minori, poiché in alcune zone gli adolescenti rischiano di essere arruolati a forza dalle parti in lotta [8].Altra condizione drammatica è quella in cui versano le popolazioni indigene. Alcune di queste popolazioni ( afrodiscendenti e campesinos) sono state espulse dalle loro terre ancestrali.Le popolazioni indigene della Colombia vivono in regioni ricche di risorse. Negli ultimi anni le comunità indigene sono divenute sempre più attive nella difesa dei propri diritti umani. Inoltre, degli oltre 100 gruppi indigeni presenti in Colombia 28 sono considerati in pericolo di estinzione fisica e culturale.
Nel luglio 2009, la Missione delle Nazioni Unite di “Verifica sulla situazione dei popoli indigeni in Colombia” , ha denunciato la violazione di tutti i diritti umani fondamentali a danno delle popolazioni indigene.[9]
Il “Piano Colombia “ ( piano fortemente voluto nel 2000 dall' amministrazione Bush ) , vale a dire il contributo di fondi da parte degli americani di progetti volti a combattere la guerriglia e il narcotraffico, sembra di più sviluppare un controllo di diverse aziende statunitensi dei ricchi giacimenti minerari presenti nel sottosuolo colombiano.[10]
Il presidente Alvaro Uribe ha promosso la campagna di smobilitazione dei gruppi armati . I paramilitari hanno risposto positivamente al monito del presidente Uribe. Essi hanno dichiarato di essere pronti a lasciare la clandestinità e reinserirsi nella normalità. Molti analisti politici temono che l' atteggiamento dei gruppi paramilitari nasconda in realtà l' intento di arruolarsi nell' esercito regolare e proseguire così ad imbracciare le armi. Di recente, il Congresso colombiano ha deciso di approvare un referendum costituzionale che modificherebbe ( se approvato ) per la seconda volta la Magna Carta , consentendo al presidente Alvaro Uribe(in carica dal 2002 ) di presentarsi per la terza volta alle elezioni presidenziali.

Cronologia degli Eventi:

Il secolo XIX è segnato dagli scontri fra i liberali federalisti ( ispirati dalle rivoluzioni francesi del 1838 e del 1848 ), e i conservatori, autori della costituzione centralista del 1889, che non sarà riformata sino al 1991.

1899-1903.
Conflitto tra le strutture coloniali e dell' assolutismo spagnolo da una parte , e dall' altra, , autoritarismo oligarchico e religioso. La guerra dei mille giorni farà 100.000 vittime.

1934.
Si conclude l' egemonia conservatrice alla guida del Paese.

1934-1945.
Gestione del potere da parte delle forze politiche liberali. I governi liberali attuano delle riforme nel settore agrario e nel sociale. Tuttavia , il blocco liberale si divide davanti all' aumento di poteri nel proprio seno del leader populista Jorge Gaitan.

1948-1953.
Nel 1948 viene assassinato Jorge Gaitan. Questo omicidio politico ha scatenato terribili ondate di sommosse . 200.000 vittime e circa 800.000 sfollati.

1953-1957. 
I dirigenti liberali e conservatori instaurano il “patto del fronte nazionale”. Il patto consente di fatto la spartizione del potere tra le due fazioni politiche.

1964. 
Fanno la loro prima apparizione le Farc ( Forze armate rivoluzionarie della Colombia ), eredi delle milizie contadine e il movimento Eln (Esercito di liberazione nazionale ).

1985-1990.
Le vittime del conflitto raggiungono quota duemila. Vengono assassinati Jaime Pardo Leal della forza politica Unione Patriottica (parte non armata delle FARC )e tre candidati alla presidenza della Repubblica.

1991-1996.
Promulgata una nuova costituzione che conferisce più potere allo stato e alle sue istituzioni nella lotta contro i cartelli della droga. Eletto il 19 giugno 1994 alla presidenza della Repubblica il liberale Ernesto Samper Lozano . Intanto nel paese dilaga sempre più il fenomeno della corruzione di funzionari pubblici da parte dei narcotrafficanti. Lo stesso Samper è stato incriminato per corruzione nel febbraio '94.

1997-2002.
La Colombia diviene la nazione con il maggiore tasso di omicidi al mondo e con un altissimo tasso di violenza urbana. Vittoria del conservatore Alvaro Uribe alle elezioni presidenziali.

2002-2009.
Approvazione del Piano Colombia , programma di aiuto economico e militare su iniziativa dell' amministrazione statunitense. Seconda elezione alla carica di Presidente della Repubblica per Alvaro Uribe.
Accordo Stati Uniti – Colombia ( luglio 2009 ) per lo sfruttamento di basi militari nel paese sudamericano da parte delle forze armate americane. La Colombia riceverà un sostegno economico e militare. Questo accordo ha provocato una dura reazione da parte del Venezuela che ha deciso di interrompere le relazioni diplomatiche con la Colombia.

2010.
J.M.Santos, candidato conservatore, si è imposto nel ballottaggio delle presidenziali svoltosi il 20 Giugno con il 60% dei voti contro il 28% del rivale Antanas Mockus,esponente del centro-sinistra. Le elezioni sono state funestate da numerosi attentati da parte delle milizie paramilitari.

2011.
Dal mese di Gennaio nella parte settentrionale della Colombia,San Bernardo del Viento,sono state uccise più di 40 persone.Queste vittime sono dovut al conflitto,tra i paramilitari,che si contendono le rotte della droga e il controllo del territorio.
Il 10 Giugno il presidente colombiano ha messo la firma sulla "Ley de victimas e restituction de tierras", una legge che intende compensare- per la prima volta- le vittime che il conflitto interno ha causato negli ultimi 25 anni.Gustavo Petro,ex guerrigliero del movimento M-19, è il nuovo sindaco di Bogotà. Domenica 30 Ottobre, con un forte astensionismo ed episodi di violenza, si sono svolte le elezioni amministrative.
2013. Il 25 Agosto riprenderanno a Cuba i colloqui di pace tra il Governo e i guerriglieri delle Farc.

Fonti:

Atlante De Agostini 2010, Istituto Geografico De Agostini , Novara , 2009 ; Jean Palmowski , Dizionario di Storia del'900, Il Saggiatore , Milano , 1998; Pascal Boniface , Hubert Vèdrine, , Atlas des Crises et des Conflits, Armand Colin , Paris, 2009 ; ;Amnesty International,Rapporto Annuale 2009, www.amnesty.it ;Medici Senza Frontiere, www.medicisenzafrontiere.it ; PeaceReporter, www.peacereporter.net ; Fao,www.fao.org ;Unicef, http://beta.unicef.it .

Per Saperne di Più:
 
Agenzia latinoamericana di informazione, www.alainet.org; Ingrid Betancourt, Forse mi uccideranno domani, BUR(Biblioteca Universale Rizzoli),2008; Alfio Neri, Società e crisi politica nella Colombia contemporanea, L'Harmattan, Italia, 2004.

[1] J.Palmowski , Dizionario di Storia del ' 900, Il Saggiatore , 1997 , p.148: “ conservatori e liberali si accordarono sulla condivisione del potere a tutti i livelli del governo e dell' amministrazione, mentre alla presidenza avrebbero dovuto alternarsi esponenti dell' uno e dell' altro partito”.
[2] P.Boniface,H.Vèdrine , Atlas des Crises et des Conflits , Armand Colin ,2009,p.57
[7] Food and Agriculture Organization (Fao), http://www.fao.org
Altro in questa categoria: « Ecuador Venezuela »
Devi effettuare il login per inviare commenti

Notizie e Aggiornamenti

Contributi e Approfondimenti