Cipro

Forma di Governo: Repubblica.
Popolazione: 689 565 ab.(cens.2001), esclusa la popolazione della Repubblica turca di Cipro del Nord; 789 300 ab ( stima2008).§
Capitale:Nicosia
Confini e territorio: Isola del Mediterraneo orientale al largo delle coste della Siria e della Turchia.
Origini:
Già dominio dell’ impero ottomano  poi colonia britannica ( dal 1925 ) , Cipro diviene indipendente nel 1960. La popolazione è prevalentemente , il 78% , di  ciprioti greci. Dalla data della sua indipendenza la Grecia chiede di ricongiungersi ( l’ Enosis)all’ isola . La Costituzione del 1960 , a seguito della indipendenza, sancisce la elezione di un Presidente della Repubblica greco e di un Vicepresidente turco.Una stretta ripartizione del potere fra greci e turchi. Tuttavia la coabitazione tra le due comunità è difficile e provoca numerosi episodi di violenza tra le due parti.La comunità turca reclama di separarsi (taksim) dall’ isola  .Nel 1964 avviene il dispiegamento di un contingente di pace delle Nazioni Unite , l’ Unficyp, contingente ancora presente sull’ isola.
L’ arrivo al potere nel 1967 del regime dittatoriale dei colonnelli in Grecia incoraggia la fazione più estremista dei Ciprioti greci , sostenitori del ricongiungimento con la madrepatria. Questa fazione tenta nel 1974 di destituire Monsignor Makarios[1] per mezzo di un colpo di stato. La Turchia risponde per difendere la propria comunità. Essa lancia l’ operazione “Attila” e occupa una parte dell’ isola dopo la dichiarazione  del cessate il fuoco. Nel 1975 ha luogo il trasferimento di 140 000 Ciprioti greci verso il Sud e di 60 000 Ciprioti turchi verso il Nord. Nel 1983, la Turchia proclama  la Repubblica turca del Nord di Cipro. La Repubblica turca non gode del riconoscimento internazionale. L’ isola è divisa in due parti. La prima è quella greca  a sud , la seconda parte è quella turca a nord. Il territorio ( circa il 60% dell’ intera superficie) governato dai Ciprioti greci è riconosciuto dalla comunità internazionale come il solo legittimo rappresentante di tutta la Repubblica di Cipro.Negli anni recenti, la Grecia e la Turchia hanno migliorato le loro relazioni. Ciò nonostante ,  il contenzioso cipriota  rimane intero.
 
Situazione Attuale:
 
 
Nel 2003, tre punti di passaggio vengono aperti sulla “linea verde”[2]. Nell’ Aprile 2004 i Ciprioti greci respingono il piano  delle Nazioni Unite di un progetto di riunificazione.[3] Malgrado questo rifiuto, Cipro è ammessa nel 2004 nell’ Unione Europea. Nel Febbraio 2008, avviene l’ apertura simbolica del muro che divide Nicosia. La Turchia dichiara di essere favorevole alla confederazione di due Stati fondati sul diritto all’autodeterminazione dei due popoli. Il piano Annan[4][5], da sempre disponibile ad una soluzione che preveda la coesistenza di due Stati sull’ isola , nelle elezioni politiche nella Repubblica turca di Cipro del Nord hanno reso più arduo il cammino verso la riunificazione dell’isola. Il cammino della pace sull’ isola di Cipro è pieno di insidie.  Sebbene sporadici , proseguono  i colloqui tra le due parti comunitarie. Le nuove generazioni non conoscono altro che la rivendicazione violenta della propria etnia. prevede una forma di Stato composto dalle due comunità organizzate in due Stati federati. In Turchia la questione di Cipro è presentata come una causa nazionale. Essa è largamente gestita dall’ esercito turco sulla base di una linea intransigente che complica i negoziati di adesione all’ Unione Europea della Turchia. Il successo elettorale del Partito dell’ unità nazionale (Ubp)
 
Scenari Possibili:[6]
  1. I sostenitori dell’ integrazione all’ Unione Europea in Turchia si vedono offrire delle reali prospettive di adesione.  La definizione della questione cipriota fa parte dell’ accordo globale.
  2. Le Nazioni Unite elaborano un nuovo piano di riconciliazione senza  che lo Stato turco possa  interferire e senza che il dossier cipriota non interferisca  sui negoziati tra l’ Unione Europea e la Turchia.
  3. Permane la situazione attuale. L’ adesione della Turchia all’Unione Europea è respinta , le forze nazionaliste turche rifiutano qualsiasi compromesso su Cipro.
Cronologia degli Eventi:
 
1878. L’ Impero Ottomano accorda ai britannici il diritto di occupare e di amministrare Cipro.
1925. Cipro diviene  colonia della corona  britannica.
1950. Nasce un movimento che si oppone alla occupazione britannica e in favore dell’ unione
con la Grecia. Il movimento di Ciprioti greci è guidato dall’ Arcivescovo Makarios III,
capo della chiesa ortodossa cipriota.
1960. Viene proclamata la Repubblica di Cipro indipendente. La Costituzione stabilisce una
stretta ripartizione del potere fra Ciprioti greci e Ciprioti turchi.
1963. Scontri tra le due comunità ( greci e turchi).
1967. L’ arrivo al potere in Grecia dei militari provoca forti contrasti fra il Governo di Atene e
Makarios III.
1974. Il regime dei colonnelli greci attua un colpo di stato per destituire Makarios III.
Nel mese di Luglio , le truppe turche  invadono la parte nord-orientale dell’ isola.
Makarios III  riprende le funzioni di Presidente.
1975. I  Ciprioti turchi formano uno Stato autonomo trasformato nel 1983 in una Repubblica
turca di Cipro.
1990. La Repubblica di Cipro indipendente presenta la propria candidatura per aderire alla
Comunità Europea.
2000. Fallisce il piano delle Nazioni Unite volto a riunificate l’ isola. Il referendum è stato
Bocciato nella Repubblica di Cipro ( con il 75 % di no) e approvato nella Repubblica
turca ( con il 64% di sì).
2004. La Repubblica di Cipro indipendente entra nella Unione Europea  ( il 1 Maggio ).
2010. Il 18 Aprile Dervis Eroglu, leader dell'Unità nazionale, é eletto presidente della Repubblica turca di Cipro del Nord.
2011. Sotto l'egida delle Nazioni Unite nei prossim mesi dovrebbe svolgersi l'incontro tra il presidente cipriota Demetris Christofras e il leader turco cipriota Dervis Eroglu.
2013.24 Febbraio. Nicos Anastasiades, leader del Partito conservatore(Unione Democratica), é il nuovo presidente di Cipro.Anastasiades ha ottenuto il 57,47% delle preferenze.
 
Fonti: Atlante De Agostini 2010, Istituto Geografico De Agostini , Novara , 2009; P.Boniface, H.Vèdrine , Atlas des Crises et des Combats , Armand Colin , Paris , 2009; J.Palmowski , Dizionario di Storia del’900, Il Saggiatore , 1998 ;Osservatorio Balcani e Caucaso , http://www.balcanicaucaso.org ;
Per saperne di più: Predrag Matvejevic , Il Mediterraneo e l’ Europa , Garzanti , 1998 ; Amnesty International , Rapporto Annuale 2009 , http://www.amnesty.it ; Ministero della Difesa , http://www.difesa.it

[1] J.Palmowski , Dizionario di Storia del’900,Il Saggiatore , 1998 , p.143 ,”(…) Arcivescovo della Chiesa ortodossa cipriota , Makarios III restò al potere fino alla morte nel 1977 ”.
[2] Il termine linea verde definisce il confine provvisorio che separa due parti in conflitto.
[3] P.Boniface, H.Vèdrine, Atlas des Crises et des Combats, Armand Colin , Paris , 2009 , p.51
[4] Il  piano delle Nazioni Unite prende il nome dell’ allora Segretario generale Kofi Annan. Diplomatico ghanese , Premio Nobel per la Pace nel 2001 , Kofi Annan è stato Segretario generale delle Nazioni Unite dal 1997 al 2007.
[5] Atlante De Agostini 2010, Istituto Geografico De Agostini , Novara , p.434
[6] P.Boniface , H.Vèdrine , Atlas des Crises et des Combats, Armand Colin , Paris, 2009, p.51

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Notizie e Aggiornamenti

Contributi e Approfondimenti